Archivi tag: Assemblea provinciale

Convocazione assemblea provinciale PD Cremona

ASSEMBLEA PROVINCIALE – CREMONA, LUNEDI 9 OTTOBRE

ai Membri assemblea provinciale

ai Segretari di Circolo, Sindaci, invitati

 

carissimi,

a estate terminata e per affrontare le tante questioni sul tavolo è convocata L’ASSEMBLEA PROVINCIALE del PD di CREMONA per lunedì 9 ottobre presso la sala Zanoni, via del Vecchio passeggio, a Cremona.
saranno presenti i nostri parlamentari Cinzia Fontana e Luciano Pizzetti, e il consigliere regionale Agostino Alloni.

E’ vivamente sollecitata la presenza di tutti.

Il presidente dell’Assemblea provinciale

Franco  Verdi            

 

Approvata la commissione congressuale provinciale. Al via il congresso PD in provincia di Cremona

Nella serata di venerdì 3 marzo si è tenuta a Cremona l’assemblea provinciale del PD che ha avviato ufficialmente il congresso anche a livello locale. I membri dell’assemblea hanno votato la Commissione congressuale, che avrà il compito di garantire e organizzare il percorso congressuale sul territorio provinciale. Ecco i componenti della commissione (in ordine alfabetico):

– Giroletti Mauro

– Laudadio Mariella

– Magni Gianmario

– Pasquali Simona

– Rebessi Claudio

– Sarti Mariagrazia

– Todeschini Marco

La commissione sarà integrata da un rappresentante per  ogni mozione legata alle candidature a segretario nazionale.

Le tappe principali del percorso congressuale sono le seguenti:

– Lunedì 6 marzo: presentazione candidature a segretario nazionale

– Da lunedì 20 marzo a domenica 2 aprile: assemblee nei circoli PD per la discussione e la votazione delle mozioni da parte dei soli iscritti

– Mercoledì 5 aprile: Convenzione provinciale

– Domenica 9 aprile: Convenzione nazionale

– Domenica 30 aprile: Primarie per l’elezione del segretario nazionale

Assemblea provinciale PD: la relazione del segretario Matteo Piloni

Si è tenuta nella serata di mercoledì 9 gennaio la prima assemblea provinciale del Partito Democratico di Cremona del 2017. A questo primo appuntamento di discussione del massimo organismo dirigente della federazione cremonese dopo il referendum del 4 dicembre ha partecipato anche Alessandro Alfieri, segretario regionale PD della Lombardia. Tanti gli argomenti in discussione: analisi dei risultati del referendum, situazione politica a livello nazionale, rilancio del partito sul territorio, elezioni comunali a Crema e avvio del percorso per il programma e l’individuazione del candidato presidente in vista delle elezioni regionali del prossimo anno. A livello locale, il partito sarà impegnato, nelle prossime settimane, in una campagna di ascolto e confronto in tutti i circoli territoriali con iscritti, elettori e rappresentanti delle categorie economiche e sociali.

Ecco  il testo integrale della relazione introduttiva del segretario provinciale Matteo Piloni: Relazione Ass. provinciale PD Cremona – 9 gennaio 2017

Assemblea provinciale PD. La relazione di Piloni: “Al lavoro per il SI”

Quella di stasera è la prima assemblea dopo la stagione delle feste de l’Unità, e per questo ritengo importante aprire la serata con un ringraziamento particolare alle centinaia di volontarie e volontari che, anche quest’anno, hanno dato vita ad una delle più belle occasioni che il nostro partito ha di stare in mezzo alla gente. Organizzare una Festa de l’Unità e senz’altro faticoso, ma la consapevolezza di potere organizzare un vero e proprio evento, atteso da molti, ci deve rendere tutti orgogliosi. Per cui a tutti coloro che hanno dato vita alle feste de l’Unità va il grazie più forte e sincero da parte di tutta l’assemblea provinciale. Personalmente, per chi come me è nato alle feste de l’Unità, non so cosa potrebbe essere il nostro partito senza queste occasioni di buona politica. So però che queste nostre Feste fanno bene alla Politica e a tutti noi, perché non sono solo un’occasione per finanziare alla luce del sole la nostra attività, ma sono anche un momento unico di aggregazione, caratterizzato da un patrimonio di relazioni da tenere ben stretto.

Mi auguro che l’assemblea di stasera possa contribuire ad arricchire il dibattito al nostro interno in vista dell’importante appuntamento referendario. Un dibattito che mi auguro tanto franco quanto incentrato sul merito e scevro da qualsivoglia pretesto, nel quale ognuno possa esprimere le proprie valutazioni, i propri dubbi e le proprie certezze, con la rinnovata consapevolezza che solo attraverso il confronto si possa rafforzare una comunità. […]

 

scarica la relazione completa: cremona

Protesta Immigrati. Solidarietà e vicinanza alla Caritas Cremonese dal PD.

Il PD Cremonese esprime massima solidarietà, vicinanza e sostegno a tutta la Caritas Cremonese e alle altre realtà che si stanno occupando degli immigrati e dei richiedenti asilo presenti sul nostro territorio, per l’impegno e la dedizione profusi nel lavoro di grande valore sociale che svolgono ogni giorno.

Nonostante le crescenti difficoltà ed i momenti di tensione, la realtà della Casa dell’Accoglienza si riconferma un luogo gestito con grande capacità e serietà, centrato sui problemi reali e contingenti delle persone che accoglie, un luogo che rappresenta per la nostra città un baluardo di civiltà e di umanità, dove le persone vengono aiutate con grande professionalità e senza pregiudizi di sorta ma per il semplice fatto di essere persone che necessitano aiuto.
Il Partito Democratico, come già espresso in svariate occasioni e comunicazioni, non sottovaluta le criticità legate alle forti ondate migratorie che si stanno riversando sull’Italia e sull’Europa tutta ma, come per tutti i fenomeni di dimensione globale ed epocale, è consapevole di come tali dinamiche vadano gestite e governate, con razionalità ed umanità e rifuggendo categoricamente da metodi di facile populismo o da strumentalizzazioni di persone in difficoltà o di situazioni complesse.
Infine, chi cede ad atteggiamenti catastrofisti, di minaccia e tendenziosi, non è di alcun aiuto nella gestione di dinamiche complesse come quelle attuali, dinamiche all’interno delle quali i cambiamenti sociali, anche di portata mondiale, già ora ma sempre si più nei mesi e anni a venire influenzeranno inevitabilmente l’assetto della nostra convivenza che, ancor più di prima, dovrà essere civile.

Come Pd siamo impegnati al fianco degli amministratori nel gestire questa importante situazione, e proprio venerdì 23 ottobre alle 21 si terrà un’assemblea provinciale dedicata proprio a questo tema.

Francesca Baldini Segreteria Cittadina Partito Democratico Cremona

Profughi. Assemblea provinciale PD Cremona, venerdì 23 ottobre ore 21

ASSEMBLEA PROVINCIALE – CREMONA, VENERDI 23 OTTOBRE

Da parecchie settimane quella che viene chiamata “emergenza profughi” si trova al centro dell’agenda politica in particolare europea. Le immagini di grande crudezza di un dramma che si svolge alle porte di casa nostra, suscitano profonde emozioni mentre si inasprisce la polemica, politica e non solo, tra chi spinge per l’apertura e l’accoglienza e quanti sono fautori della chiusura e dei respingimenti.
Su questa linea di discrimine il PD non ha né può avere dubbi perché la risposta al problema sta nel cuore cruciale della sua identità fondativa e del suo progetto politico.

Per queste ragioni abbiamo deciso di convocare un’Assemblea provinciale – aperta a Sindaci, amministratori, Circoli, iscritti – Venerdì 23 ottobre 2015 alle ore 21 presso la Sala IAL – Cremona, via Dante 121 – sul tema: “Migranti e rifugiati-oltre l’accoglienza verso una Nuova Cittadinanza”
Interverranno: Matteo Piloni segretario provinciale, Gianluca Galimberti sindaco di Cremona, Stefania Bonaldi sindaco di Crema.

Sarà un’occasione stimolante per verificare la risposta del nostro territorio e le soluzioni individuate dagli amministratori locali e insieme le normative attuali o da modificare che l’Europa si è data e che si mostrano non più idonee.

Un appuntamento da non mancare.

Il presidente dell’assemblea provinciale
Franco Verdi

Verdi, PD:”Con Mattarella scritta una pagina di buona politica”

Onore al merito!
Finalmente una pagina di buona politica con la salita al cole di Sergio Mattarella, figura di specchiata e riconosciuta virtuosità, che assomma, con sobrietà, competenza alto senso delle istituzioni, il meglio della prima Repubblica, con lo stigma familiare e sacrificale del valore della legalità testimoniata col sangue.
Con lui, il plauso all’intelligenza politica e alla schiacciante superiorità strategica di Matteo Renzi che marca la distanza rispetto alla pochezza politica dei suoi competitori, ricompatta e pacifica il PD, rilanciato nel suolo ruolo di perno e garante del sistema e della qualità democratica, rafforza e dà spirito alla stagione delle riforme e ad una decisiva e ancor più incisiva azione di governo in chiave europea.
Alla spiazzante genialità politica del premier si aggiunge il valore della nobiltà d’animo di Romano Prodi, e la saggezza ricostruttiva e dialogante di Pier Luigi Bersani, quasi a simboleggiare la matrice culturale, ideale e generativa che ha dato origine al PD e ne giustifica la centralità e la qualità del progetto.
Aggiungo, da cremonese, un riconoscimento grato al lavoro preziosissimo, lontano dai riflettori, del sottosegretario Luciano Pizzetti.
E, forse, questa pagina di buona politica, che dimostra quanto possa la convergenza rispetto al frammentismo, può far sentire i suoi effetti anche sul piano politico locale: rafforza, con un PD più coeso, proclive all’autostima, meno incline all’ipercriticismo, le amministrazioni locali di centrosinistra, in modo particolare Cremona, chiamata a sanare le ferite della violenza, assurda barbara e distruttrice, di marca neofascista e antagonista.
Sarà la buona politica a scacciare la cattiva politica, con un’azione lungimirante tenace e strategica, centrata su obiettivi che colgono attese reali, dialogica con le Istituzioni e i corpi sociali, su valori e criteri di condivisione e di bene comune.
Oggi è attesa, speranza, impegno: domani una realtà costruita insieme.

Franco VERDI
Presidente Assemblea provinciale PD Cremona

Assemblea provinciale, la relazione del segretario. Approvata all’unanimità la nuova segreteria provinciale

Cremona, 19 gennaio 2015

Assemblea provinciale PD Cremona – Relazione del segretario

Carissimi,
apriamo la prima assemblea provinciale del 2015 in una situazione certamente non facile.
Il contesto internazionale e nazionale.
Quattro esempi per contestualizzare il tutto: i fatti di Parigi, i commenti sulla liberazione di Greta e Vanessa, il convegno sulla famiglia organizzato da Regione Lombardia e la proposta di legge regionale sulle Moschee.
Quattro argomenti che, penso, possano rappresentare la difficoltà e il clima che tutti stiamo vivendo e il tempo che stiamo attraversando.

Scarica la relazione: relazione

la proposta di costituzione del comitato di tesoreria: Proposta comitato di tesoreria

gli atti costituti dei circondari
casalasco: costituz_coord_Casalasco
terre di mezzo: costituz_coord_Terre_Mezzo

M20: dona il 2×1000 al PD. Ecco come contribuire!

SOSTIENI IL PD

Con l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, il PD ha voluto dare un segnale di forte cambiamento al Paese. Abbiamo fatto una scelta di sobrietà, responsabilità e trasparenza. Per un paese più equo e moderno. Puoi scegliere di farlo insieme a noi, con il tuo contributo.
Grazie!

scarica la lettera del tesoriere nazionale: Lettera_Bonifazi_Tesorieri_Segretari_Reg_Prov_260416

link: http://www.partitodemocratico.it/2×1000

PD2x1000-2016-cover-fb-ok

Come devolvere il 2×1000 al Partito Democratico
La legge sul finanziamento ai partiti, introduce la possibilità di sostenere l’attività politica del proprio partito devolvendo il 2×1000 della quota Irpef, in sede di dichiarazione dei redditi.

Quest’anno, per devolvere il 2×1000 al PD, bisogna inserire il codice M20 nello spazio dedicato e apporre la firma accanto.
6R3EWZUXX58VA

Al contribuente non costa nulla, l’inoptato resta all’erario e rimane invariata la possibilità di devolvere il 5×1000 e l’8×1000.

Se non si ha l’obbligo della dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 2×1000 al PD usando la scheda dedicata:scheda_2x1000_2016_AE

Può essere presentata in busta chiusa, e contrassegnata sui lembi di chiusura, entro il 30 settembre 2015, presso uno sportello di un ufficio postale o ad un Caf. Sulla busta bisogna scrivere “scheda per le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef”, cognome e nome e codice fiscale del contribuente. Il servizio è gratuito.
Oppure potrà essere consegnata attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate sul sito http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/servizi_online

E’ necessaria la registrazione al servizio.

Benefici fiscali
La nuova legge (D.lgs. 149/2013) che abolisce il finanziamento pubblico diretto dei partiti politici, approvata nel febbraio 2014, incentiva con apposite detrazioni fiscali le erogazioni liberali in favore dei partiti politici effettuate da persone fisiche o società.

Le erogazioni liberali da parte di persone fisiche comprese tra 30 e 30 mila euro annui sono ammesse a detrazione IRPEF. Dall’imposta lorda si detrae il 26% delle erogazioni liberali per importi compresi tra 30 e 30 mila euro.

Le società possono detrarre dalle imposte sui redditi un importo pari al 26% delle erogazioni liberali comprese tra 30 e 30 mila euro annui.

Ciascuna persona fisica o giuridica può effettuare erogazioni liberali in denaro o beni e servizi in favore di un partito politico entro un limite massimo di 100 mila euro annui.

I versamenti, per essere ammessi alla detrazione, devono essere eseguiti tramite banca o ufficio postale o ulteriori modalità (da individuare con apposito Regolamento) idonee e garantire la tracciabilità dell’operazione e l’identificabilità del donatore.

I riferimenti bancari:
Presso la banca UGF BANCA – Filiale di Cremona
IBAN IT 51 X031 2711 4000 0000 000 1039
c/c intestato a Partito Democratico di Cremona

Causale del bonifico “Erogazione volontaria – Legge 13/2014”

Per maggiori informazioni: info@pdcremona.it

Come usiamo le risorse

Trasparenza
La trasparenza è un elemento fondante del modo di essere e di fare politica del Partito Democratico. Per noi non è uno slogan, ma un impegno chiaro nei confronti dei cittadini.