Archivi tag: bilancio

Emendamenti al bilancio regionale, Alloni (PD): “Quattro milioni per l’ex tribunale di Crema, un milione a Cremona per l’asta del Po, investimenti in mobilità sostenibile per Soresina e Casalasco”

E’ cominciata in Regione Lombardia la trattazione in Aula consiliare dell’ultimo bilancio regionale della legislatura. Oggi verranno presentati tutti gli emendamenti che saranno poi votati nella giornata di domani. Il Partito Democratico ha presentato 133 emendamenti, che sono circa la metà dei 264 complessivi. Oltre agli interventi richiesti sui ticket sanitari, dove chiede una riduzione netta secondo il criterio della progressività per reddito, sul trasporto pubblico e sulla spesa sociale, il Pd ha focalizzato la metà dei suoi emendamenti su tematiche specifiche territoriali.

Il consigliere Agostino Alloni illustrerà le richieste avanzate per il territorio della Provincia di Cremona.  “A Crema ho proposto – spiega il consigliere Alloni – il finanziamento per la ristrutturazione dell’ex Tribunale da destinare a centro servizi per l’Ospedale. Il comune aveva consentito di cedere in uso gratuito l’intero edificio e l’azienda ospedaliera (Asst) aveva già elaborato, la scorsa primavera, un progetto ben articolato. La richiesta di finanziamento regionale è di 4 milioni di euro”.

“Per il Casalasco – prosegue – abbiamo puntato sulla mobilità sostenibile: sulla direttrice ferroviaria Parma-Casalmaggiore-Piadena-Brescia, per il miglioramento complessivo della infrastruttura e l’elettrificazione della stessa linea che per 85 km funziona solo con i treni diesel. E qui diventa indispensabile un investimento, anche in relazione ai problemi causati dalla chiusura del Ponte sul fiume Po. Non esiste alcun progetto, neppure di massima, e nessun accordo tra Governo, Fs, Rfi e le due Regioni coinvolte. Chiedo, con il nostro emendamento, sottoscritto con il collega Marco Carra, di mettere a bilancio una cifra di 500 mila euro per realizzare un progetto definitivo che consenta di trovare le risorse necessarie per affrontare l’investimento infrastrutturale. Per Soresina ho proposto due emendamenti con la relativa richiesta di contributo: per la tangenziale cittadina, cominciata 5 anni fa, ma rimasta incompleta, un importo di 2 milioni e 500 mila euro; e 250 mila euro per la realizzazione della pista ciclabile da Soresina a Casalmorano”.

“Per Cremona – conclude Alloni – chiediamo un sostegno finanziario di 1 milione di euro per opere di riqualificazione dell’Asta del fiume Po, correlate alla costruzione della ciclabile ‘Vento’ che da Venezia dovrebbe arrivare a Torino passando, appunto, da Cremona. Lo strumento per ottenere la riqualificazione è quello del ‘Contratto di Fiume’ da sottoscrivere con Regione, le Province e i Comuni interessati”.

Maura Ruggeri. PD: “L’ultimo bilancio di Perri e Nolli è solo propaganda mediatica. In 5 anni aumenti di tasse e tariffe”

Un bilancio elettorale tutto giocato sulla comunicazione mediatica, portato a conoscenza in modo sbrigativo all’opposizione con una sola commissione e stancamente illustrato in un Consiglio comunale compresso da una sequela di oggetti all’ordine del giorno.
Un bilancio dove i processi partecipativi sono stati pari allo zero ,secondo la cifra che contraddistingue l’amministrazione Perri /Nolli; questo è quanto emerge dalla presentazione di fine mandato dell’Assessore al bilancio.
Dopo aver trascorso 5 anni ad aumentare le tasse e le tariffe dei principali servizi, l’assessore Nolli annuncia che i cremonesi vivono nel paese del bengodi dove la pressione fiscale è bassa, dove s’investe, dove i cittadini pagano poco o nulla per i servizi, dove i tagli di circa 2 milioni e mezzo di euro per far quadrare il bilancio non comporteranno nessun sacrificio, ma riguarderanno solo le spese di gestione: luce , acqua, gas e poco più; dove insomma, restando ai dati sciorinati dall’Assessore al bilancio , i cremonesi possono dormire sonni tranquilli tra due guanciali, salvo avere un brusco risveglio dopo le elezioni
Nolli annuncia che non aumenterà le tasse; lo crediamo bene : l’addizionale IRPEF è già stata spinta al massimo , negli anni del mandato Perri ed è passata dallo 0,15 del 2009 allo 0,80 di oggi, anche sull’IMU prima casa la Giunta aveva applicato l’aliquota massima , con il giochino tanto pagherà lo Stato , poi hanno pagato i cittadini…l’imu seconda casa resta ad un considerevole 0,98 e la buona notizia è che non viene aumentata sotto elezioni.
Nolli ci dice che la Tari (rifiuti) non sarà una stangata perchè viene calcolata in base al costo dello smaltimento rifiuti che magicamente nel 2014 diminuisce di 500.000 euro rispetto all’anno scorso, ma chi ci dice che resterà tale? Comunque le più penalizzate saranno le famiglie con figli. Intanto per la TASI ,che sostituisce l’IMU prima casa ,si applica l’aliquota massima : il 3,3 per mille .
Inoltre che il bilancio si faccia quadrare tagliando solo sulle spese di acqua luce gas del Comune ci pare francamente poco realistico e nutriamo seri dubbi che il budget dei servizi alla persona sia rimasto invariato ossia al livello insufficiente del 2013.
Ma si sa la ricaduta e l’effettiva tenuta di certe scelte si vedranno solo dopo le elezioni e pertanto sarà la prossima amministrazione , qualunque essa sia, a farsene carico
Ma se anche la pressione fiscale, per effetto della ridefinizione dell’imposizione locale deciso dal governo nazionale, fosse complessivamente diminuita, questo non assolve l’amministrazione per le scelte ed i comportamenti tenuti in questi anni.
Anni in cui ciò che veniva meno in termini di entrate dai trasferimenti dello stato veniva preso dalle tasche dei cittadini, anni in cui i servizi non sono migliorati né per quantità, né per qualità, in cui non sono stati messe in atto misure adeguate per andare incontro alle categorie più deboli e più colpite dalla crisi, anni in cui si è persa l’opportunità di agganciare seriamente l’EXPO, in cui si sono persi tutti i treni (pendolino compreso) per rilanciare la città.

per il gruppo Pd.
Maura Ruggeri, capogruppo Pd

PD. Approvato il bilancio 2014. In allegato la relazione del segretario Matteo Piloni

Ieri sera, 31 marzo, si è tenuta l’assemblea provinciale della federazione PD di cremona.
Due gli argomenti all’odg: l’approvazione del bilancio consuntivo 2013 e preventivo 2014, e le amministrative.
In allegato la relazione del segretario Matteo Piloni e il bilancio consuntivo.

Intervento assemblea provinciale 31 marzo 2014

schema bilancio consuntivo federazione cremona 2013

M20: dona il 2×1000 al PD. Ecco come contribuire!

SOSTIENI IL PD

Con l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, il PD ha voluto dare un segnale di forte cambiamento al Paese. Abbiamo fatto una scelta di sobrietà, responsabilità e trasparenza. Per un paese più equo e moderno. Puoi scegliere di farlo insieme a noi, con il tuo contributo.
Grazie!

scarica la lettera del tesoriere nazionale: Lettera_Bonifazi_Tesorieri_Segretari_Reg_Prov_260416

link: http://www.partitodemocratico.it/2×1000

PD2x1000-2016-cover-fb-ok

Come devolvere il 2×1000 al Partito Democratico
La legge sul finanziamento ai partiti, introduce la possibilità di sostenere l’attività politica del proprio partito devolvendo il 2×1000 della quota Irpef, in sede di dichiarazione dei redditi.

Quest’anno, per devolvere il 2×1000 al PD, bisogna inserire il codice M20 nello spazio dedicato e apporre la firma accanto.
6R3EWZUXX58VA

Al contribuente non costa nulla, l’inoptato resta all’erario e rimane invariata la possibilità di devolvere il 5×1000 e l’8×1000.

Se non si ha l’obbligo della dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 2×1000 al PD usando la scheda dedicata:scheda_2x1000_2016_AE

Può essere presentata in busta chiusa, e contrassegnata sui lembi di chiusura, entro il 30 settembre 2015, presso uno sportello di un ufficio postale o ad un Caf. Sulla busta bisogna scrivere “scheda per le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef”, cognome e nome e codice fiscale del contribuente. Il servizio è gratuito.
Oppure potrà essere consegnata attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate sul sito http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/servizi_online

E’ necessaria la registrazione al servizio.

Benefici fiscali
La nuova legge (D.lgs. 149/2013) che abolisce il finanziamento pubblico diretto dei partiti politici, approvata nel febbraio 2014, incentiva con apposite detrazioni fiscali le erogazioni liberali in favore dei partiti politici effettuate da persone fisiche o società.

Le erogazioni liberali da parte di persone fisiche comprese tra 30 e 30 mila euro annui sono ammesse a detrazione IRPEF. Dall’imposta lorda si detrae il 26% delle erogazioni liberali per importi compresi tra 30 e 30 mila euro.

Le società possono detrarre dalle imposte sui redditi un importo pari al 26% delle erogazioni liberali comprese tra 30 e 30 mila euro annui.

Ciascuna persona fisica o giuridica può effettuare erogazioni liberali in denaro o beni e servizi in favore di un partito politico entro un limite massimo di 100 mila euro annui.

I versamenti, per essere ammessi alla detrazione, devono essere eseguiti tramite banca o ufficio postale o ulteriori modalità (da individuare con apposito Regolamento) idonee e garantire la tracciabilità dell’operazione e l’identificabilità del donatore.

I riferimenti bancari:
Presso la banca UGF BANCA – Filiale di Cremona
IBAN IT 51 X031 2711 4000 0000 000 1039
c/c intestato a Partito Democratico di Cremona

Causale del bonifico “Erogazione volontaria – Legge 13/2014”

Per maggiori informazioni: info@pdcremona.it

Come usiamo le risorse

Trasparenza
La trasparenza è un elemento fondante del modo di essere e di fare politica del Partito Democratico. Per noi non è uno slogan, ma un impegno chiaro nei confronti dei cittadini.