Archivi tag: europa

PD, le iniziative di Maggio in Provincia: Riforma Costituzionale, Europa, Anziani e Diritti Civili

REFERENDUM COSTITUZIONALE. SI PARTE!
Abbiamo organizzato due importanti appuntamenti in provincia di Cremona per discutere ed approfondire la Riforma Costituzionale che sarà oggetto di Referendum nel prossimo autunno.

Crema, giovedì 19 maggio ore 21: con Luciano Pizzetti, Cinzia Fontana, Omar Bragonzi

19 maggio

Cremona, lunedì 30 maggio ore 21: con Lorenzo Guerini, Matteo Piloni

30 maggio

I dettagli dei due incontri saranno comunicati quanto prima.

 

PIANENGO, INCONTRO CON L’EUROPARLAMENTARE PD BRANDO BENIFEI

Venerdì 13 maggio, ore 21 – Centro Diurno via Roma 43
Una serata promossa dalla lista civica Insieme per Pianengo per conoscere meglio le opportunità che l’Unione Europea offre anche per i piccoli paesi, come Pianengo. Parteciperà l’europarlamentare Brando Benifei e il candidato sindaco Roberto Barbaglio

Vol Pianengo - BENIFEI

CASTELLEONE – “LE RISPOSTE AI BISOGNI DELLE PERSONE ANZIANE”
Sabato 14 maggio, ore 10 – Teatro Leone, via Garibaldi
I circoli del PD delle Terre di Mezzo hanno organizzato un interessante convegno dal titolo “Le risposte ai bisogni delle persone anziane”. Una serata di confronto tra la politica regionale, le amministrazioni locali e le strutture sanitarie per la ricerca di strategie e collaborazioni che contengano i costi e sappiano accogliere le diverse richieste d’aiuto.
Parteciperanno:Sara Valmaggi (consigliere regionale PD), Walter Montini (presidente Arsac), Angelo Stanghellini (direttore area servizi al cittadino Comune di Crema).

 

CASALMAGGIORE, INCONTRO CON MICHELA MARZANO
Venerdì 20 maggio, ore 21 – Auditorium Santa Chiara
Michela Marzano, autrice del libro ‘Papà mamma gender’, filosofa e docente presso l’Università di Parigi, collaboratrice de La Repubblica e Vanity Fair, parlamentare PD particolarmente impegnata in tema di unioni civili, sarà ospite di una serata culturale e informativa a Casalmaggiore. Ad intervistarla, il giornalista Rai Giovanni Anversa, originario del capoluogo casalasco. L’incontro, in programma venerdì 20 maggio ore 21 in auditorium Santa Chiara, è organizzato da Rive Gauche Prc Casalmaggiore, dal circolo locale PD, dall’associazione Mia e da Casalmaggiore la Nostra Casa.

Con il ‘Rapporto annuale sui diritti e la democrazia nel mondo’, si passa dalle parole ai fatti

“Votato a grande maggioranza a Strasburgo il ‘Rapporto 2013 sui diritti umani e la democrazia nel mondo’. La novità consiste in un approccio di carattere tematico e non geografico in merito alle strategie da adottare per favorire la tutela e la difesa dei diritti fondamentali”. Così il relatore del provvedimento Antonio Panzeri. La capodelgazione Patrizia Toia: “Ok all’intera relazione ma mi sono astenuta sul punto delle unioni civili”.

“E’ stato votato a grande maggioranza a Strasburgo il ‘Rapporto 2013 sui diritti umani e la democrazia nel mondo’ – annuncia l’europarlamentare Antonio Panzeri, relatore del testo .

“La novità di questo rapporto consiste in un approccio diverso rispetto ai precedenti, ovvero un approccio di carattere tematico e non geografico. Il rapporto contiene una serie di valutazioni, raccomandazioni ed osservazioni del Parlamento in merito alle strategie da adottare nei confronti dei Paesi terzi da parte delle istituzioni UE, per favorire il più possibile la tutela, l’implementazione e la difesa dei diritti fondamentali” – continua Panzeri.

“Il messaggio politico che viene veicolato con questo rapporto” – conclude Panzeri – “é che i diritti non sono un lusso e che non invadono la democrazia ma impongono di riflettere su come dovrebbe essere esercitata la discrezionalità politica”.

“Una mattinata e una settimana che ricorderemo per i passi importanti realizzati dall’Europa sul tema dei diritti LGBTI e della parità di genere”. Con entusiasmo Daniele Viotti, copresidente dell’Intergruppo LGBTI al Parlamento Europeo, commenta la plenaria di Strasburgo che si sta per concludere e, in particolare, il voto favorevole al rapporto Panzeri, quello relativo alla relazione annuale sui diritti umani e la democrazia nel mondo.

“Sono molto soddisfatto perché questo rapporto pone delle direttive chiare sul comportamento europeo in termini di autodeterminazione del corpo femminile e di opposizione a ogni pratica omofobica e transfobica e perché è stato votato favorevolmente dalla quasi totalità del Pd. Il testo evidenza la forte esigenza a migliorare la tutela dei diritti e delle libertà fondamentali delle persone LGBTI anche attraverso normative sui crimini motivati dall’odio. Ritiene, inoltre, che le persone LGBTI sarebbero maggiormente tutelate se avessero accesso a istituti giuridici quali coabitazione, unione registrata e matrimonio”.

“Ho approvato l’intera relazione che è un ottimo testo. Ma mi sono astenuta sul punto delle unioni civili. Ho trovato la sua formulazione troppo squilibrata sulla parità’ tra unioni civili e matrimonio”.
Così la capodelegazione del Pd al Parlamento europeo, Patrizia Toia, ha spiegato le ragioni dalla sua astensione all’articolo della relazione Panzeri, in cui si definisce il riconoscimento delle unioni civili una questione che attiene ai diritti umani.
“Credo che ogni Stato debba cercare un profilo giuridico per regolare questa materia. Tuttavia – ha aggiunto Toia – credo che
sia una questione politica e sociale. Non scomoderei i diritti umani”.

PD, Milano: Convegno “Finanziamenti Europei: quali opportunità per gli Enti Locali?

Lunedì 16 febbraio a Milano si terrà il convegno”Finanziamenti Europei: quali opportunità per gli Enti Locali?”, organizzato dal Gruppo consiliare PD in Regione Lombardia insieme al Gruppo S&D al Parlamento europeo.
L’incontro si terrà a partire dalle 9.30, presso Palazzo Pirelli (Via F. Filzi 22 in Milano).

Un’ottima occasione per approfondire le opportunità legate ai finanziamenti europei.

Chi fosse interessato è invitato a comunicare la propria disponibilità all’indirizzo info@pdcremona.it

Di seguito il programma: Europrogettazione Lombardia

Charlie Hebdo. Piloni (PD): “Un attentato terribile. Non è più ammissibile alimentare la Paura”

Un attentato terribile che scuote le coscienze e gli animi dell’Europa.
Con queste parole, a nome di tutte le democratiche e i democratici, esprimo la totale condanna per quanto avvenuto in Francia con l’attentato alla sede del giornale Charlie Hebdo, e la nostra completa vicinanza ai giornalisti, alle famiglie delle vittime e a tutti i francesi.
Ad un simile attentato di così barbara violenza si risponda solamente con l’unitarietà. Tutta la politica, di fronte a questi drammi, deve dimostrare tutta la propria responsabilità, non solo condannando queste azioni, ma lavorando con i fatti e con le parole per un’Europa costruita sul rispetto, sulla libertà e sull’uguaglianza.
Non è più ammissibile continuare a soffiare sul fuoco dell’insicurezza e lisciare il pelo alla paura.
Non è più ammissibile alimentare le differenze, solo per un proprio tornaconto elettorale, ma al contrario contribuire per disegnare una visione di comunità.
In Europa, così come in Italia. In Lombardia così come in provincia di Cremona.
Nei territori la responsabilità è nostra, anche attraverso l’utilizzo delle parole.

Matteo Piloni
Segretario provinciale PD Cremona

SI VOTA DOMENICA 25 MAGGIO. ECCO COME!

Elezioni Europee del 25 maggio 2014

I seggi saranno aperti dalle ore 7:00 alle ore 23:00 di domenica 25 maggio 2014. Per poter votare servono la tessera elettorale e un documento valido di riconoscimento.

Per votare l’elettore deve tracciare un segno con la matita copiativa che gli viene consegnata insieme alla scheda. E’ valido qualsiasi segno che renda esplicita la volontà dell’elettore. Non sono, evidentemente, valide scritte che possano far presupporre la volontà dell’elettore di farsi riconoscere.

E’ importante esprimere sempre il voto di lista, tracciando una croce sul contrassegno del “PARTITO DEMOCRATICO”.

Si possono esprimere fino a tre preferenze, scrivendo a fianco del contrassegno il cognome del candidato o dei candidati prescelti.

Si ricorda che l’espressione di tre preferenze deve includere le quote di genere (esprimendone 2 possono essere dello stesso genere, la terza deve essere necessariamente di genere diverso pena l’annullamento della terza preferenza) LEGGE 22 aprile 2014, n. 65. È vietato indicare la preferenza con un numero.

FSVY44OB63BG3

Il fac-simile di scheda:
FAC_SIMILE_EUROPEE UNICO______

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNE DI CREMONA

Si vota domenica 125 maggio dalle 7 alle 23.
I CANDIDATI DEL PD
lista cremona
Si possono dare fino a 2 preferenze (uomo/donna)
Banner Elezioni 2014

Il Fac-simile di scheda:
FAC_SIMILE_Cremona-2014-UNICO

La lettera di Piloni agli iscritti, militanti, amministratori e candidati: “GRAZIE!”

Nelle ultime ore di questa campagna elettorale lunga ed impegnativa, vorrei fin da subito ringraziare tutti coloro che si sono messi in gioco.

Siamo partiti molti mesi fa, mettendoci attorno ad un tavolo, per capire il modo migliore per affrontare la sfida di domenica 25 maggio.

Lo abbiamo fatto insieme, ancora una volta, coinvolgendo più persone possibili, in ogni Comune della nostra lunga provincia.
Lo abbiamo fatto perché c’è un partito fatto di persone, di donne e uomini, che credono che il PD sia l’unica risposta seria ai problemi del Paese.
Lo abbiamo potuto fare perché ci sono persone senza le quali non sarebbe stato possibile farlo.

E mi riferisco ai militanti, tutti, agli iscritti, ai segretari dei circoli, ai coordinamenti, ai sindaci e agli amministratori che hanno dedicato molti anni a servizio del territorio e che ora terminano questa avventura fantastica. E perché ci sono altri pronti a sostituirli e disposti ad occuparsi del futuro.

Lo abbiamo fatto perché c’è ancora la voglia di cambiare e di costruire un posto migliore in cui vivere e da lasciare a chi verrà dopo di noi.

Lo abbiamo fatto perché sappiamo che oggi, amministrare, è complicato e non è un gioco.

Perché sappiamo che distruggere è facile e costruire è difficile. Perché sappiamo che la Politica è fatica.

Mi piace pensare che in questi mesi lunghi, difficili, ma appassionanti, siamo tornati a parlare di Comunità. Siamo tornati ad essere una comunità.
Domenica la partita si gioca su due scelte: andare avanti o tornare indietro.

Domenica l’Europa può essere davvero un’opportunità, e noi possiamo dare all’Europa più Italia.

Domenica possiamo restituire a questo nostro Paese un po’ di fiducia.

In Europa come a Cremona. Davvero grazie per il lavoro messo in campo, la disponibilità, il cuore e la passione.

Ancora una volta ho potuto imparare molto dalle tante persone conosciute i e ancora di più mi sono convinto che l’unica cosa che in Politica, come nella vita, conta davvero sono le relazioni che si costruiscono.

Grazie per averci messo ancora una volta, o per la prima volta, la faccia.

Un abbraccio e … forza!!

Matteo Piloni
Segretario provinciale PD Cremona

Il PD chiude la campagna elettorale con Roberto SPERANZA:”Anche da Cremona un contributo vero per cambiare l’Italia e l’Europa!”

Ieri sera, in sala Rodi, il Partito democratico di Cremona ha chiuso la campagna elettorale.
Molti gli amministratori, i militanti presenti.
Dopo un breve saluto del segretario Matteo Piloni, che ha approfittato per ringraziare tutti per lo sforzo e l’impegno profusi in questa lunga campagna elettorale, l’introduzione di Andrea Virgilio che ha sottolineato l’impegno del PD su tutta la provincia, attraverso i propri amministratori, in questi anni in cui il centrodestra non è riuscito a mettere in campo nessuna ricetta per contrastare non solo la crisi, ma soprattutto per rilanciare i nostri territori.
E’ intervenuto a seguire Brando BENIFEI, il più giovane candidato alle elezioni europee (originario di La Spezia), che ha puntato il dito soprattutto verso la drammaticità nella quale si trovano gli oltre 2 milioni di giovani italiani. “Questa è una vera e propria emergenza, verso la quale il Governo ha iniziato a muoversi, con il provvedimento garanzia giovani, ma che non basta. E su questo punto in Europa dovremo lavorare molto!”.
La parola infine a Roberto SPERANZA, capogruppo PD alla Camera, classe 1979.
“In questi giorni di campagna è sparita dal vocabolario la parola uguaglianza. Eppure questo è il periodo in cui le disuguaglianza sono aumentate. Noi dobbiamo restituire al Paese più uguaglianza, e il PD è l’unica garanzia. Senza di noi prenderebbero il sopravvento la paura e l’odio.
Noi proponiamo soluzioni. Gli altri solo problemi.
Domenica il voto delle europee e delle amministrative ha un’importanza storica: mandare in Europa l’Italia giusta! E lo possiamo fare partendo dai territori, facendo in modo che anche Cremona porti il suo contributo, eleggendo Gianluca Galimberti, Claudio Silla e i tanti amministratori impegnati, che ci stanno mettendo la faccia. L’Italia riparte da qui!

IL PD CHIUDE LA CAMPAGNA ELETTORALE PROVINCIALE CON ROBERTO SPERANZA. GIOVEDÌ 22 MAGGIO ORE 21, CREMONA

Ormai siamo alle battute finali di una campagna elettorale impegnativa ed importante.
Nel ringraziare tutti voi per lo sforzo, l’impegno e l’entusiasmo messo in campo, e che dovranno proseguire in questi giorni decisivi, siamo ad invitarvi a segnare questa data: giovedì 22 maggio ore 21.

Come PD provinciale vogliamo chiudere la campagna con una significativa manifestazione, insieme a tutti voi e ai candidati sindaco e consiglieri in ogni Paese. Sara’ presente ROBERTO SPERANZA, capogruppo PD alla Camera, e Brando BENIFEI, giovane candidato alle europee.
Introdurrà Andrea Virgilio, in qualità di capogruppo in provincia.

Saranno presenti i nostri eletti, ai sindaci uscenti, i candidati, gli iscritti e i militanti.

L’appuntamento e’ quindi giovedì 22 maggio ore 21 in sala Rodi a Cremona.

Sara’ la chiusura della campagna elettorale del PD per le Europee e le amministrative, aperta lo scorso 1 febbraio con Piero Fassino per un’iniziativa sugli Enti locali. Perchè la rinascita del Paese può e deve ripartire dai territori.

VOLANTINO speranza

Questa Italia la cambieremo tutti insieme “Si torna in piazza e si torna a guardarsi negli occhi. Anche se noi come sindaci la piazza non l’abbiamo mai lasciata”

“”Si torna in piazza e si torna a guardarsi negli occhi. Anche se noi come sindaci la piazza non l’abbiamo mai lasciata. In un tempo in cui vince l’antipolitica sono per dire una cosa controcorrente: io sono qui, insieme a Michele Emiliano, Pina Picierno, Antonio Decaro, per dire che la politica è una cosa seria. Sono i politici che rubano che vanno mandati a casa per sempre, non permettiamogli di sciupare la politica”.
Lo ha detto da Bari il premier e segretario del PD Matteo Renzi, parlando a un comizio in vista delle prossime elezioni Europee ed Amministrative, con il candidato sindaco di Bari Decaro, il sindaco uscente Emiliano e la capolista per le Europee, per la Circoscrizione Sud, Pina Picierno. “Non c’è attività più bella, se fatta con onestà e impegno, che fare politica, lo dico in un tempo in cui vince l’antipolitica”.

Alle polemiche rispondiamo con i fatti. “Loro insultano e noi governiamo, loro protestano e noi proponiamo. Perché loro hanno paura di un’Italia che si rimette in moto e noi la rimettiamo in moto tutti insieme”, ha detto parlando del M5S. “Noi non abbiamo paura. Siamo quelli che alla forza degli insulti e della polemica rispondiamo con la forza dei fatti. Non basta urlare bisogna governare, le cose si cambiano mettendosi in gioco. Rivendichiamo inoltre al PD il merito di non aver mai espulso nessuno – ha sottolineato Renzi – per esempio me ed Emiliano, anzi ci ha consentito di giocare la nostra partita. Il PD la risposta ai problemi dell’Italia”.

DL Lavoro. “Non c’è cosa più grande di vedere i volti delle persone che mantengono i posti di lavoro grazie a un decreto legge: ho provato orgoglio quando l’Electrolux ha deciso di restare in Italia. Si tratta – ha sottolineato Renzi – di un risultato raggiunto grazie ai sindacati che hanno fatto i sindacati, al Governo, ma grazie anche a un Dl rispetto al quale qualcuno ha detto che era finita la democrazia. Oggi a Modugno ad esempio – ha ribadito il premier – abbiamo siglato un patto con un’azienda tedesca che investirà 50 milioni di euro e creerà 1500 posti di lavoro per neolaureati”.

Contributo di 80 euro per 10 milioni di italiani . “Noi abbiamo liberato dei soldi e abbiamo scelto di darli a chi oggi guadagna meno di 1500 euro al mese con l’operazione degli 80 euro al mese. Non sono carità o elemosina come ha detto qualche autorevole statista ipermilionario che non ha mai fatto un mutuo per una casa o non sa quanto siano importanti per chi non riesce ad arrivare alla fine del mese”.

Renzi è tornato sulla necessità di sfruttare le risorse europee. “Alle Regioni diciamo che devono spendere bene i fondi europei, altrimenti li spenderemo noi: Ci sono 183 miliardi pronti da utilizzare. Non possiamo buttare al vento la più grande occasione per i nostri figli e per il lavoro”.
Europa. “Quanti Paesi rispettano il vincolo del 3%? Solo noi e la Germania. Dopo decenni di classi politiche che hanno sperperato il futuro sappiamo che il nostro futuro è nel rispetto delle regole, però proprio perchè le regole le rispettiamo noi dalla settimana prossima andiamo a Bruxelles a cambiarle, basta con il fondo salva-Stati e salva-banche ma un fondo salva famiglie e imprese. Se l’Europa ha un futuro lo ha se ci saranno al Parlamento europeo donne e uomini capaci di cambiare un’Europa che non funziona più”, ha sottolineato il presidente del Consiglio. “Un’Europa che dice tutto di come si pesca il tonno e il pesce spada però di come si pescano i cadaveri nel mediterraneo non si interessa e di come garantire loro la dignità di vita non si interessa.
L’Europa oggi non funziona più. “E’ un’Europa che non si interessa di come funziona Mare nostrum e di come muoiono i migranti. Tenterò con un salto triplo carpiato di dimostrare che si può parlare di cose concrete. Pensiamo che l’Italia non sia soltanto il passato, le cose si cambiano davvero mettendosi in gioco. Questa Italia noi la cambieremo tutti insieme partendo da Bari”, ha concluso Renzi.

Cofferati ritorna a Cremona per visitare il Museo del Violino ed incontrare Galimberti

Sergio Cofferati sarà di nuovo a Cremona il prossimo giovedì 15 per visitare il Museo del Violino ed incontrare Gianluca Galimberti candidato Sindaco del centrosinistra alle prossime elezioni amministrative del 25 maggio.
Il parlamentare europeo del PD, di origine cremonese, che ha partecipato alla presentazione del Museo del violino e della città avvenuta a Strasburgo all’inizio di quest’anno intende visitarlo di persona ritenendo che “la città di Cremona presenta in questo senso un patrimonio unico che va
adeguatamente valorizzato, anche a livello europeo”.
Nella visita al MDV sarà accompagnato da Paolo Bodini Presidente friends of Stradivari

Dopo la visita seguirà una conferenza stampa congiunta con Gianluca Galimberti che avrà lo scopo di delineare gli impegni futuri del parlamentare europeo per valorizzare ulteriormente la città di Cremona, la liuteria e la musica a livello europeo

Il programma della giornata di giovedì 15:
-ore 10.45 visita al Museo del Violino
-ore 12 conferenza stampa nelle sede del Comitato Gianluca Galiberti in Largo Boccaccino sul tema “ Come valorizzare il MdV e Cremona in Europa”