Archivi tag: Gianluca Galimberti

Lgh-A2A. Piloni, PD:” Aggregazione fatta. Ora una nuova fase per i servizi ai territori, puntando su investimenti e sviluppo.”

Un’operazione lunga e affatto scontata, e che oggi trova la sua conclusione e concretezza attraverso due fatti rilevanti: l’asseveramento del piano di risanamento di Aem e la firma definitiva tra Lgh e A2A che e sancisce l’aggregazione.
Con queste due operazioni si apre una nuova fase per Lgh e per il futuro dei servizi nei nostri territori, contribuendo con A2A alla realizzazione della più importante multiutility del nord Italia.
Come PD cremonese abbiamo contribuito con forza e determinazione a questo risultato, intravedendone fin da subito le possibilità reali di sviluppo.

Siamo convinti che l’operazione messa in campo darà forza e sviluppo agli asset di LGH, e quindi ai servizi, in termini di investimenti e di qualità, in una prospettiva nella quale queste aziende devono guardare al futuro in modo collaborativo con le comunità locali.

Era il febbraio 2014 quando fu organizzato, proprio a Cremona, il primo incontro per ragionare sugli scenari futuri di Lgh.
Più di due anni dopo si conclude un’operazione che, allora, era stata immaginata come un’occasione di sviluppo.
Un risultato figlio di una politica che ha saputo guardare oltre il proprio naso e di un gran lavoro di squadra, che ha saputo intesser relazioni e gestire, passo dopo passo, questo difficile ed importante percorso.

Un percorso portato avanti dai nostri amministratori, Galimberti e Bonaldi in testa, insieme ai vertici di Lgh, Aem e Scrp, ai quali va riconosciuto il merito principale di questa importante operazione.
Al presidente Antonio Vivenzi e a tutto il Cda i nostri migliori auguri di buon lavoro.

Matteo Piloni
Segretario provinciale PD

LUNEDÌ 7 MARZO IL GRUPPO REGIONALE DEL PD A CREMONA CON LA SEGRETERIA PROVINCIALE INCONTRERÀ LE CATEGORIE ECONOMICHE. ALLONI E PILONI: A CREMONA PER DISCUTERE DI AREA VASTA

LUNEDÌ 7 MARZO IL GRUPPO REGIONALE DEL PD CON LA SEGRETERIA PROVINCIALE INCONTRERÀ LE CATEGORIE ECONOMICHE e SOCIALI
Alloni e Piloni: “A Cremona la prima tappa del gruppo regionale del PD, per discutere dell’Area Vasta e raccogliere le esigenze del territorio e portarle in Regione”

Il gruppo regionale del Partito Democratico insieme al segretario provinciale Matteo Piloni incontrerà i rappresentanti delle categorie economiche lunedì 7 marzo a Cremona (ore 17.30, presso la sala azzurra della camera di Commercio, piazza Stradivari). Il tema dell’incontro è la riorganizzazione del territorio dopo la cancellazione definitiva delle Province prevista dalla nuova riforma costituzionale.

La prospettiva è quella della creazione dell’Area Vasta come ente di coordinamento tra i comuni, all’interno della quale, per specifici servizi, gli stessi municipi possono associarsi in aree omogenee. Il gruppo regionale porterà questa riflessione in tutte le province lombarde e quella di lunedì 7 a Cremona sarà la prima tappa.
“A Cremona ne stiamo parlando da tempo – dichiarano il consigliere regionale Agostino Alloni e Matteo Piloni – ed è importante che il PD regionale abbia voluto iniziare proprio da qui questo giro di ascolto e confronto nelle province lombare per costruire, insieme, una proposta da portare in regione per quanto riguarda la definizione degli assetti istituzionali.”
“Con il Governo Renzi – continuano Alloni e Piloni – stiamo cambiando gli assetti istituzionali territoriali, semplificandoli. Ora al livello regionale spetta la costruzione di coordinamenti territoriali funzionali e il Partito Democratico vuole articolare la propria proposta partendo dall’ascolto dei territori. Vogliamo farlo guardando al futuro, senza nostalgie delle vecchie Province ma con lo sguardo alla semplificazione dei rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione e facendo leva sulle sinergie tra i diversi enti per affrontare i problemi in una logica che vada oltre il singolo campanile.”
All’incontro saranno presenti, oltre a Piloni ed Alloni, il segretario regionale del PD Alessandro Alfieri, il capogruppo PD Enrico Brambilla, Agostino Alloni, il presidente della Provincia Carlo Vezzini ed altri consiglieri regionali del gruppo PD Lombardia.

Scarica il DOC della segreteria provinciale PD: Documento PD_area_vasta_2015

Fondazione e Cremona Solidale: presidenti Garoli e Arcaini. Continuità, novità e competenze

Competenze giuridiche e tecnico-patrimoniali. Competenze sociali (anche nella scuola) dentro un progetto di sistema. Continuità e novità. Queste le caratteristiche dei nuovi Consigli di Amministrazione della Fondazione Città di Cremona e dell’Azienda Cremona Solidale, presentati insieme agli Assessori e alle forze politiche di maggioranza.

“Queste nomine sono state effettuate in un clima di condivisione e serenità-dichiara il sindaco Galimberti- Non senza momenti di fatica e anche con alcune tensioni fisiologiche che abbiamo gestito. Valutazione dei curriculum, di competenze e di esperienze, competenze in relazione agli obiettivi dell’ente, condivisione in coalizione, sono stati i criteri nelle nomine. L’organismo di riferimento è stato quello della maggioranza perché è l’idea che le forze della coalizione, partitiche e apartitiche, fanno da filtro rispetto alla formazione della classe dirigente.”

“Quando si parla di nomine l’appartenenza politica non deve essere motivo di merito fine a se stesso, ma nemmeno un elemento di penalizzazione – dichiara il segretario provinciale del PD Matteo Piloni. – Le nomine fatte sulla base di comprovata qualità delle persone, attraverso un mix di esperienza e rinnovamento non può che far bene alle realtà da gestire e ai loro servizi. Mi pare che il sindaco abbia lavorato in questa direzione, insieme alla politica cittadina, ricostruendo un metodo di lavoro utile e proficuo. Sono certo che anche per le nomine di Aem si lavorerà con lo stesso obiettivo, tenendo presente la sua delicatezza e il suo contesto, arrivando ad una decisione la più condivisa possibile.”

Per la Fondazione Città di Cremona sono stati presentati 27 curriculum (19 uomini e 8 donne) di cui 9 da consiglieri comunali. Ecco i componenti del nuovo Cda: presidente Uliana Garoli, avvocato già consigliere dal 2010 a oggi, già consigliere comunale e Presidente del Consiglio comunale, già consigliera di Parità per la Provincia di Cremona, socia fondatrice dell’Associazione Aida. Un nome che unisce competenze giuridiche, esperienza nel volontariato, background di impegno politico e continuità.
I consiglieri della Fondazione: Fiorenzo Bassi, presentato dall’Associazione Lazzaro Chiappari ex Allievi Manini (Il ritorno nel cda della Lazzaro Chiappari, che ha conferito il patrimonio nella Fondazione, è un segnale importante), Giancarlo Bosio, direttore dell’Unità operativa di Pneumologia, Paola Romagnoli, insegnante di sostegno e Responsabile Ufficio Inclusione dell’Ufficio scolastico territoriale, e Giancarlo Storti, già vicepresidente dell’Azienda Cremona Solidale.

Per l’Azienda Speciale Cremona Solidale sono arrivati 16 curriculum (10 uomini e 6 donne), di cui sei presentati da consiglieri comunali. Il nuovo presidente è Emilio Arcaini, Responsabile dell’Ufficio legale e contenzioso in banca, già consigliere e vicepresidente della Fondazione ‘Casa di riposo Villa Sacro Cuore Coniugi Prejer’ di Casalmorano, presidente dell’Associazione ‘Casalmorano Solidale’ e consigliere di Futuro Salute srl. Due caratteristiche: esperienze legali unite all’esperienze nel volontariato e nella solidarietà che si costituisce in maniera istituzionale.
I consiglieri: Alessandra Cappelletti, medico specializzata in Oncologia con esperienze in Rsa del territorio, Ilaria Rita Giordano, responsabile amministrativo Dipartimento dell’attività socio sanitarie integrate presso l’Asl di Cremona, già consigliere nel Cda di Cremona Solidale dal 2009 a oggi, Andrea Grazioli, pensionato, già tecnico di laboratorio e rappresentante sindacale dell’Azienda Ospedaliera di Lodi e Maria Cristina Manfredini, insegnante di scuola primaria, ex Assessore all’Istruzione e alla Cultura al Comune di Cremona dal 1990 al 1995.

Galimberti nomina la giunta. Piloni, PD: “Abbiamo fatto ciò che è stato sempre detto. Sono state gettate le basi per fare bene!”

In questi mesi e fin dall’inizio del percorso, abbiamo sempre detto che avremmo proposto una serie di nomi a Galimberti per la giunta, e che la scelta sarebbe stata la sua. Così abbiamo fatto.

Giovedì scorso Galimberti si è insediato, e lunedì ha nominato la giunta. Mi pare che sui tempi ogni commento è superfluo.

Per quanto riguarda la composizione della giunta, non solo sto raccogliendo commenti positivi, fuori e dentro Cremona, ma credo che la scelta sia assolutamente positiva non solo nel suo insieme ma anche per quanto riguarda il PD. Tre assessori con deleghe importanti, e con tratti di esperienza, innovazione e soprattutto competenza, premiando quindi il ruolo che il PD ha avuto e ha in città.
Soprattutto per quanto riguarda il metodo e la coerenza del percorso, mi preme fare una sottolineatura.
Abbiamo sempre detto che Galimberti avrebbe dovuto scegliere in autonomia, e così è stato. Come d’accordo, noi abbiamo fatto una consultazione interna al partito, di cui me ne sono fatto personalmente carico, consegnato una rosa di nomi al sindaco e, devo dire con grande chiarezza, che la scelta di Galimberti rispecchia perfettamente quanto emerso da questa consultazione. E io so bene come è andata la consultazione. Il resto non conta.
I commenti critici fanno parte della liturgia del dopo.

Ciò che conta è che la scelta va nella direzione giusta, e che in pochi giorni la città ha una nuova amministrazione che non ha perso tempo e che ha tutte le condizioni per fare un buon lavoro.

Il PD, come sempre, farà la sua parte, sostenendo il sindaco e la giunta nelle scelte e nelle difficoltà.

Il 43% ottenuto alle europee, e il risultato delle amministrative, ci consegna questa responsabilità, di cui ci facciamo e faremo carico fino in fondo come già ampiamente dimostrato. Buon lavoro quindi al sindaco e alla giunta, che troveranno nel PD un punto di riferimento importante, concreto e serio. Adesso è venuto il momento di lavorare per dare alla città e al territorio provinciale tutto una guida seria e una classe dirigente capace.

Matteo Piloni – segretario provinciale PD

Di seguito la composizione della giunta di Cremona:
Maura Ruggeri (vicesindaco con delega a Sviluppo e istruzione)
Andrea Virgilio (Area vasta e casa)
Alessia Manfredini (Territorio e salute)
Mauro Platè (Welfare di comunità, servizi alle famiglie alla persona)
Barbara Manfredini (Città vivibile e rigenerazione urbana)
Rosita Viola (Trasparenza e vivibilità sociale)
Maurizio Manzi (Risorse, innovazione e digitalizzazione)

Il Ministro Martina a Cremona: EXPO 2015 è la chiave del rilancio dei nostri territori

Sabato 10 maggio presso il centro congressi dell’Hotel Continental  di Cremona si è svolto l’incontro organizzato dal Partito Democratico dal titolo EXPO 2015: Cremona fa sinergia insieme!

Davanti ad una sala gremita sono intervenuti Maurizio Martina (Ministro dell’agricoltura con delega all’Expo), Luciano Pizzetti (sottosegretario alle riforme), Gianluca Galimberti (candidato sindaco di Cremona), Antonio Piva (Presidente di Cremona Fiere), Gian Domenico Auricchio (Presidente della Camera di Commercio di Cremona) e Fabio Antoldi (Università Cattolica del Sacro Cuore).

L’incontro, introdotto da Francesca Pontiggia (responsabile ambiente della segreteria provinciale PD) si è aperto con l’intervento di Gianluca Galimberti  che ha affermato il ruolo dell’amministrazione nella regia delle attività che Cremona potrà mettere in campo affinché Expo 2015 rappresenti concretamente un’opportunità per la crescita e lo sviluppo del territorio. Affinché ciò avvenga serve anzitutto una programmazione adeguata che garantisca anche la trasparenza per evitare l’infiltrazione di fenomeni di corruzione ed illegalità. Galimberti ha anche chiesto ai rappresentanti del Governo presenti di difendere il ruolo del sud della Lombardia nel rilancio dell’immagine di Expo tramite le eccellenze del nostro territorio.

Il Ministro Martina ha affermato che l’Italia deve cimentarsi con una nuova, grande sfida: rilanciare l’immagine di Expo 2015 tramite le nostre eccellenze. Expo è la chiave del rilancio dei nostri territori ed il tema dell’edizione rappresenta l’opportunità per presentare al mondo intero il nostro know how in merito a qualità, gestione dei controlli e tecnologia in risposta ai grandi temi del futuro. L’accesso alle risorse per l’alimentazione sul pianeta rappresenta un grande tema geopolitico e la risposta non può certo essere l’accaparramento di terre nei continenti emergenti da parte di alcune potenze economiche. Expo, ha aggiunto il Ministro, non è una fiera ma un grande grande evento politico istituzionale e l’Italia deve investire le migliori energie per farne occasione di promozione delle proprie eccellenze (nel campo della catena del freddo, della meccanica agricola, della zootecnia, del latte, della trasformazione agroalimentare, della ricerca, ecc). Expo non è quindi solo un fenomeno turistico, ma l’occasione per investire sui nostri punti di forza.

Antonio Piva ha affermato che Cremona fiere sta organizzando iniziative per portare sul nostro territoriogli operatori esteri in cerca di know how specifico, al fine di favorirne l’incontro con le aziende che offrono risposte d’eccellenza ai loro fabbisogni.

Il Presidente della Camera di Commercio Auricchio ha illustrato il percorso che ha portato alla costituzione dell’Associazione Temporanea di Scopo che dovrà attuare il progetto elaborato dall’Università Cattolica e fortemente condiviso dai comuni del territorio.

Il Sottosegretario Luciano Pizzetti ha ricordato che il Decreto Del Rio mette in mano al sindaco del Comune capoluogo un grande ruolo di governo del territorio.  Pizzetti ha affermato inoltre che dalle cronache giudiziarie riemergono elementi che pensavamo sconfitti e che impongono il principio della legalità al sistema, imprese incluse.

Il progetto promosso dalla Camera di Commercio, presentato da Antoldi, ha già ottenuto il patrocinio di Expo ed avrà presto anche quello del Ministero. Si prevede l’attivazione di 40 summer courses che porteranno a Cremona Crema e Casalmaggiore  gli operatori interessati a scoprire le nostre eccellenze.

Ambrosoli a Cremona per l’incontro “il dovere della legalità”

Venerdì 9 maggio alle ore 18, in Largo Boccaccino a Cremona, il consigliere regionale Umberto Ambrosoli è intervenuto all’incontro dal titolo “il dovere della legalità” al fianco del candidato sindaco della coalizione di centrosinistra Gianluca Galimberti .

A poche ore dalla notizia degli arresti dei vertici di EXPO 2015, Ambrosoli ha parlato dell’esigenza di un rafforzamento di procedure e controlli come strumento di prevenzione delle pratiche illegali, ma anche di efficienza e trasparenza della macchina amministrativa come elementi essenziali per evitare di ricadere nelle logiche dell’emergenza assunte – spesso proprio da coloro che le hanno favorite rallentando la macchina della Pubblica Amministrazione mediante pratiche corruttive – come pretesto per la riduzione dei controlli stessi.

Oggi – ha proseguito Ambrosoli – la responsabilità politica non può essere considerata solo di chi agisce nella politica e nell’economia mediante pratiche illecite, ma anche di chi non segna una discontinuità culturale rispetto alle logiche che hanno ripetutamente condotto all’affermazione di corruzione ed illegalità.

La Pubblica Amministrazione deve contribuire alla trasparenza anche rendendo leggibili i dati e rispettando tempi congrui per lo studio approfondito dei problemi da parte di chi è chiamato a prendere delle decisioni.

Il candidato sindaco Gianluca Galimberti ha ribadito, nel suo intervento, l’impegno a di rendere trasparente la macchina comunale ed ha ribadito la necessità di creare una Commissione che ponga attenzione specifica al tema della legalità. Se il centrosinistra vincerà le elezioni comunali dovrà anche lavorare per garantire efficienza, legalità e trasparenza seguendo logiche di programmazione e di apertura dei dati che sono la chiave di decodifica della realtà economica e sociale della città e possono rappresentare un indicatore formidabile di eventuali anomalie oltre a favorire un maggior controllo sociale.

Galimberti, richiamando le parole di Ambrosoli e ricordando l’impegno dell’Associazione Libera e dell’ARCI su questi temi anche nel nostro territorio, ha individuato nel mondo della cultura e delle agenzie educative un presidio capace di dare un contributo decisivo per vincere la battaglia della legalità, in contrasto alla preoccupante presenza di organizzazioni attive anche a Cremona e provincia.

Alessia Mosca a Cremona:”L’Europa è un’opportunità da cogliere insieme.”

Ieri Alessia Mosca, capolista PD alle europee, è stata in provincia di Cremona. Insieme a lei anche Francesca Zaltieri, vice presidente della provincia di Mantova e candidata alle europee.
Nel pomeriggio, prima a Casalmaggiore con il sindaco Claudio Silla, e poi a Cremona con Gianluca galimberti, è stata l’occasione per discutere di Europa e sottolineare le opportunità che l’Europa offre.
“L’Italia ha attinto solo al 52% delle risorse disponibili. Ciò significa che le opportunità ci sono ma non vengono colte. Lo sforzo da fare è pensare all’Italia e ai nostri territorio in una visione più europea.”
Galimberti ha sottolineato l’importanza dell’Europa attraverso le opportunità che offre, e che Cremona dovrà saper intercettare per l’Ambiente, il lavoro e la cultura.
La sera tappa conclusiva a Crema, insieme ad Omar Bragonzi, Stefania Bonaldi e alcuni candidati sindaci del territorio.
ANG_2554

Galimberti sindaco. Le iniziative della settimana

Martedì 6 maggio, Alessia MOSCA in provincia di Cremona.

ore 17 a Casalmaggiore (in Comune), ore 19 a Cremona (spaziocomune), ore 20.45 a Crema (Galleria del Comune)

Mercoledì 7 maggio Galimberti incontra i quartieri di San Felice e San Savino, ore 21 centro anziani San Felice

Giovedì 8 maggio ore 11.30 a Cremona – conferenza stampa con Mirko TUTINO, assessore all’ambiente provincia di Reggio Emilia, Gianluca Galimberti, candidato sindaco, Francesca Pontiggia, resp. Ambiente segreteria provinciale PD Cremona.

Venerdì 9 maggio, ore 18, si parlerà di legalità e trasparenza con Umberto AMBROSOLI e Gianluca GALIMBERTI.

ore 21 Galimberti incontra il quartiere PO, presso il ristorante Dordoni

Sabato 10 maggio alle 18 “EXPO, Cremona fa sinergia”. Incontro con Galimberti, Maurizio MARTINA (ministro agricoltura con delega all’expo), presso il centro congressi dell’Hotel Continental.

in allegato il volantino:
VOLANTINO Martina

Domenica 11 maggio, ore 18 Galimberti al circolo Acli di via Palestro