Tutti gli articoli di redazione

Gianluca Galimberti a Bagnara (Cremona): “Mappe georeferenziate in sinergia con associazioni di disabili”

Gianluca Galimberti ha incontrato nella serata di lunedì 17 marzo alcuni residenti dei quartieri Bagnara, Battaglione e Gerre Borghi al centro anziani di Bagnara. “Ho un dispiacere grande: – ha esordito il candidato sindaco – quello di non essere riuscito a venire qui durante la campagna delle primarie. Abbiamo deciso di recuperare immediatamente dopo e vi ringrazio di essere qui. Questa sera, come le altre sere nei quartieri, raccontiamo anche di un metodo. Ascoltiamo da chi vive nei quartieri le questioni aperte, le priorità“.

Questi i principali temi affrontati:

  • Sistemazione del centro anziani: “Le idee che voi avete sono idee di efficienza. I centri anziani sono luoghi di solidarietà e di coesione. Sono veri presidi. Certamente hanno un costo, ma se uno non investe in questi luoghi, quanto deve pagare l’anno dopo e l’anno dopo ancora in termini sanitari, sociali e di sicurezza?”.
  • Manutenzione di strade e marciapiedi: “Facciamo una programmazione degli interventi con mappe georeferenziate, in sinergia con le associazioni di disabili.
  • Sicurezza: “Verifichiamo un coordinamento delle forze dell’ordine, videosorveglianza in un progetto complessivo, coesione sociale per prevenzione”.
  • Inceneritore: “Riduzione dei rifiuti, chiusura dell’inceneritore con un serio piano industriale”.
  • Trasporto pubblico e ciclabilità.
  • Politiche per i giovani.
  • Disabilità.

Significativa la testimonianza di un signore di Gerre Borghi che ha portato all’attenzione dei presenti la situazione drammatica dei residenti, costretti a vivere senza gas e senza fognature. “Queste sacche di inciviltà vanno sicuramente riprese in mano, con convinzione e in modo prioritario”, ha commentato il candidato sindaco Gianluca Galimberti.

Clicca qui per ascoltare la canzone ‘Abbiamo un sogno’, scritta e interpretata dai Superio per Gianluca Galimberti.

Cremona: Caterina Ruggeri illustra le ragioni del no del PD al nuovo regolamento di Polizia Municipale

Nel corso del Consiglio Comunale svoltosi a Cremona il 17 marzo 2014, il Partito Democratico ha presentato alcune osservazioni al nuovo Regolamento del corpo di Polizia Municipale di Cremona che l’attuale maggioranza di centro-destra ha respinto. Il contributo della Consigliera PD Caterina Ruggeri è disponibile nel seguente documento: OSSERVAZIONI PD A REGOLAMENTO POLIZIA MUNICIPALE 2014.

Gussola: Stefano Belli Franzini candidato sindaco

30 anni, impiegato tecnico in una importante azienda d’arredamento, Stefano Belli Franzini è il candidato sindaco del centrosinistra a Gussola, paese nel quale vive ed e’ cresciuto il suo interessamento alla Politica.
Da Ottobre 2013 segretario del circolo PD di Gussola, ha accettato la proposta dopo mesi di confronto e lavoro con le forze di centro sinistra presenti in paese. La scelta è stata dettata soprattutto per mettersi a disposizione per un paese, Gussola, che negli ultimi anni appare un paese stanco e senza stimolo di rinascita, senza quel vigore che consentirebbe a tutti i compaesani soprattutto giovani di viverlo di più.‬
‪Il percorso messo in piedi ha portato ad un grande cambiamento, ha fatto prevalere il bene comune e la voglia di amministrare rispetto a divisioni passate, é un percorso che porterà a proporre ai Gussolesi una visione unita e vicina alle loro esigenze.
I punti cardine si baseranno sulla partecipazione diretta dei cittadini, tutela del patrimonio, ambiente e sviluppo sostenibile, attenzione a scuola, cultura, sport ed attività giovanili.
La grande sfida é alimentata dal supporto dato in questi mesi dalle persone, dal desiderio di collaborazione e di comunicazione, per questo l’avventura é aperta, non si sofferma al colore politico ma entra nel merito della motivazione che spinge all’assunzione di tale impegno.

Anche Piadena al voto, con Ivana Cavazzini candidata sindaco

Attuale Sindaco di Drizzona e Presidente dell’unione lombarda di Piadena e Drizzona, Ivana Cavazzini e’ la candidata sindaco di Piadena.

Insieme al PD di Piadena, ad un gruppo di lavoro che si è formato, Ivana sta lavorando alla costruzione di una lista civica aperta che possa coinvolgere (nei limiti dell’esiguità dei numeri ad oggi consentiti dalla normativa vigente)i cittadini di Piadena che si riconoscono in un progetto politico la cui idea di fondo è quella di partire dalla ricostruzione di un senso di Comunità oggi molto sbiadito,di lavorare sul far emergere ciò che può unire e che una comunità può condividere,restituendo centralità e forza attrattiva ad un paese che nel tempo ha subito (anche grazie alle ultime gestioni del centro destra ) un deciso declino.

Il metodo di lavoro adottato è quello di ascoltare la comunità nei suoi molteplici aspetti; si sono tenuti ad oggi diversi incontri riservati ,con la scuola,con il volontariato,con le società sportive ,le associazioni ,i sindacati,le realtà di categoria che su Piadena operano…sono in programma altrui diversi incontri con i semplici cittadini divisi per quartieri…tutto questo al fine di raccogliere criticità,problematiche ma soprattutto aspettative verso una potenziale nuova amministrazione comunale.

Il programma elettorale e la lista che si comporrà saranno il frutto di questo lavoro di ascolto declinato e interpretato alla luce dei valori che ci caratterizzano.

Soresina: con Vairani per “ricostruire sulle macerie.”

Così è stata definita Soresina dall’ex sindaco: un paese in macerie.
Un giudizio che la dice lunga su quanto combinato dal centrodestra e Lega in questi anni.
Ed è con questa consapevolezza che Diego Vairani ha accettato la proposta di candidatura per la lista Rinnova Soresina.
Diego, 36 anni, soresinese da sempre e da sempre impegnato nella vita di Soresina, ha accolto con forza e passione questa sfida, per nulla semplice, ma che può restituire dignita’ e forza a Soresina che vive una situazione difficile sul piano amministrativo.
Insieme ai tanti giovani e non del gruppo di Rinnova Soresina, Diego sta già lavorando alla lista e al programma, con l’obiettivo di includere e coinvolgere più persone possibili, senza lasciar fuori nessuno, perchè la drammaticità nella quale si trova Soresina merita serieta’ e impegno.
Riduzione delle indennità, attenzione al sociale e valorizzazione delle realtà soresinesi sono alcuni dei punti sui quali si vuole impegnare Rinnova Soresina, con un attenzione particolare alla vicenda della casa di riposo Zucchi Falcina e alla situazione della societa’ che gestisce i servizi.