Archivi categoria: Casalasco

Europee. A Cremona e Crema il PD al 43%. Piloni: “Un risultato straordinario. L’Italia ha preferito il cambiamento alla paura!”

“Un risultato davvero inaspettato”. Così commenta il voto alle europee Matteo Piloni, segretario provinciale del PD, da sei mesi alla guida della federazione cremonese.
“In provincia il PD ha preso il 38,78%. A Cremona il 43, 1% e Crema il 43%, mentre a Casalmaggiore il 36%. Nessuno si aspettava un risultato simile. Sapevamo di essere avanti, ma non così.
L’italia, per dirla con le parole di de Gregori quando si tratta di scegliere, te la ritrovi con gli occhi aperti che sa benissimo cosa fare. E così è stato. Gli italiani hanno preferito la strada delle riforme e del cambiamento rispetto alla paura di Grillo.
Ora Renzi può e deve accellerare sulle riforme e sul cambiamento. Non solo in Italia ma anche in Europa, dove il PD ha la rappresentanza più ampia nel PSE, e questo potrà essere davvero l’occasione, in vista del semestre europeo, per guidare una nuova rotta.
Il risultato è senza dubbio merito di Renzi e della sua leadership, che riceve così quell’investitura popolare per cambiare verso al Paese e all’Europa.
Stando al livello locale, il PD è il primo partito in quasi tutti i comuni della provincia. Il 5 stelle non ha sfondato come credeva e, anzi, ha perso terreno.
Ora attendiamo il voto delle amministrative, dove abbiamo 92 comuni al voto, tra cui Cremona e Casalmaggiore.”

SI VOTA DOMENICA 25 MAGGIO. ECCO COME!

Elezioni Europee del 25 maggio 2014

I seggi saranno aperti dalle ore 7:00 alle ore 23:00 di domenica 25 maggio 2014. Per poter votare servono la tessera elettorale e un documento valido di riconoscimento.

Per votare l’elettore deve tracciare un segno con la matita copiativa che gli viene consegnata insieme alla scheda. E’ valido qualsiasi segno che renda esplicita la volontà dell’elettore. Non sono, evidentemente, valide scritte che possano far presupporre la volontà dell’elettore di farsi riconoscere.

E’ importante esprimere sempre il voto di lista, tracciando una croce sul contrassegno del “PARTITO DEMOCRATICO”.

Si possono esprimere fino a tre preferenze, scrivendo a fianco del contrassegno il cognome del candidato o dei candidati prescelti.

Si ricorda che l’espressione di tre preferenze deve includere le quote di genere (esprimendone 2 possono essere dello stesso genere, la terza deve essere necessariamente di genere diverso pena l’annullamento della terza preferenza) LEGGE 22 aprile 2014, n. 65. È vietato indicare la preferenza con un numero.

FSVY44OB63BG3

Il fac-simile di scheda:
FAC_SIMILE_EUROPEE UNICO______

ELEZIONI AMMINISTRATIVE COMUNE DI CREMONA

Si vota domenica 125 maggio dalle 7 alle 23.
I CANDIDATI DEL PD
lista cremona
Si possono dare fino a 2 preferenze (uomo/donna)
Banner Elezioni 2014

Il Fac-simile di scheda:
FAC_SIMILE_Cremona-2014-UNICO

La lettera di Piloni agli iscritti, militanti, amministratori e candidati: “GRAZIE!”

Nelle ultime ore di questa campagna elettorale lunga ed impegnativa, vorrei fin da subito ringraziare tutti coloro che si sono messi in gioco.

Siamo partiti molti mesi fa, mettendoci attorno ad un tavolo, per capire il modo migliore per affrontare la sfida di domenica 25 maggio.

Lo abbiamo fatto insieme, ancora una volta, coinvolgendo più persone possibili, in ogni Comune della nostra lunga provincia.
Lo abbiamo fatto perché c’è un partito fatto di persone, di donne e uomini, che credono che il PD sia l’unica risposta seria ai problemi del Paese.
Lo abbiamo potuto fare perché ci sono persone senza le quali non sarebbe stato possibile farlo.

E mi riferisco ai militanti, tutti, agli iscritti, ai segretari dei circoli, ai coordinamenti, ai sindaci e agli amministratori che hanno dedicato molti anni a servizio del territorio e che ora terminano questa avventura fantastica. E perché ci sono altri pronti a sostituirli e disposti ad occuparsi del futuro.

Lo abbiamo fatto perché c’è ancora la voglia di cambiare e di costruire un posto migliore in cui vivere e da lasciare a chi verrà dopo di noi.

Lo abbiamo fatto perché sappiamo che oggi, amministrare, è complicato e non è un gioco.

Perché sappiamo che distruggere è facile e costruire è difficile. Perché sappiamo che la Politica è fatica.

Mi piace pensare che in questi mesi lunghi, difficili, ma appassionanti, siamo tornati a parlare di Comunità. Siamo tornati ad essere una comunità.
Domenica la partita si gioca su due scelte: andare avanti o tornare indietro.

Domenica l’Europa può essere davvero un’opportunità, e noi possiamo dare all’Europa più Italia.

Domenica possiamo restituire a questo nostro Paese un po’ di fiducia.

In Europa come a Cremona. Davvero grazie per il lavoro messo in campo, la disponibilità, il cuore e la passione.

Ancora una volta ho potuto imparare molto dalle tante persone conosciute i e ancora di più mi sono convinto che l’unica cosa che in Politica, come nella vita, conta davvero sono le relazioni che si costruiscono.

Grazie per averci messo ancora una volta, o per la prima volta, la faccia.

Un abbraccio e … forza!!

Matteo Piloni
Segretario provinciale PD Cremona

Il PD chiude la campagna elettorale con Roberto SPERANZA:”Anche da Cremona un contributo vero per cambiare l’Italia e l’Europa!”

Ieri sera, in sala Rodi, il Partito democratico di Cremona ha chiuso la campagna elettorale.
Molti gli amministratori, i militanti presenti.
Dopo un breve saluto del segretario Matteo Piloni, che ha approfittato per ringraziare tutti per lo sforzo e l’impegno profusi in questa lunga campagna elettorale, l’introduzione di Andrea Virgilio che ha sottolineato l’impegno del PD su tutta la provincia, attraverso i propri amministratori, in questi anni in cui il centrodestra non è riuscito a mettere in campo nessuna ricetta per contrastare non solo la crisi, ma soprattutto per rilanciare i nostri territori.
E’ intervenuto a seguire Brando BENIFEI, il più giovane candidato alle elezioni europee (originario di La Spezia), che ha puntato il dito soprattutto verso la drammaticità nella quale si trovano gli oltre 2 milioni di giovani italiani. “Questa è una vera e propria emergenza, verso la quale il Governo ha iniziato a muoversi, con il provvedimento garanzia giovani, ma che non basta. E su questo punto in Europa dovremo lavorare molto!”.
La parola infine a Roberto SPERANZA, capogruppo PD alla Camera, classe 1979.
“In questi giorni di campagna è sparita dal vocabolario la parola uguaglianza. Eppure questo è il periodo in cui le disuguaglianza sono aumentate. Noi dobbiamo restituire al Paese più uguaglianza, e il PD è l’unica garanzia. Senza di noi prenderebbero il sopravvento la paura e l’odio.
Noi proponiamo soluzioni. Gli altri solo problemi.
Domenica il voto delle europee e delle amministrative ha un’importanza storica: mandare in Europa l’Italia giusta! E lo possiamo fare partendo dai territori, facendo in modo che anche Cremona porti il suo contributo, eleggendo Gianluca Galimberti, Claudio Silla e i tanti amministratori impegnati, che ci stanno mettendo la faccia. L’Italia riparte da qui!

IL PD CHIUDE LA CAMPAGNA ELETTORALE PROVINCIALE CON ROBERTO SPERANZA. GIOVEDÌ 22 MAGGIO ORE 21, CREMONA

Ormai siamo alle battute finali di una campagna elettorale impegnativa ed importante.
Nel ringraziare tutti voi per lo sforzo, l’impegno e l’entusiasmo messo in campo, e che dovranno proseguire in questi giorni decisivi, siamo ad invitarvi a segnare questa data: giovedì 22 maggio ore 21.

Come PD provinciale vogliamo chiudere la campagna con una significativa manifestazione, insieme a tutti voi e ai candidati sindaco e consiglieri in ogni Paese. Sara’ presente ROBERTO SPERANZA, capogruppo PD alla Camera, e Brando BENIFEI, giovane candidato alle europee.
Introdurrà Andrea Virgilio, in qualità di capogruppo in provincia.

Saranno presenti i nostri eletti, ai sindaci uscenti, i candidati, gli iscritti e i militanti.

L’appuntamento e’ quindi giovedì 22 maggio ore 21 in sala Rodi a Cremona.

Sara’ la chiusura della campagna elettorale del PD per le Europee e le amministrative, aperta lo scorso 1 febbraio con Piero Fassino per un’iniziativa sugli Enti locali. Perchè la rinascita del Paese può e deve ripartire dai territori.

VOLANTINO speranza