Nomine Aem Cremona. Galimberti: “Un anno decisivo per l’Azienda”. Piloni: “Molte le questioni sul tavolo. Ora al lavoro”

“In Aem abbiamo davanti un periodo importantissimo di passaggio di consegne. Con oggi è finito un percorso intenso che ci ha visto molto impegnati e l’inizio di un nuovo momento in cui il presidente Albertoni accompagnerà il nuovo presidente Siboni e il Cda in questa necessaria fase di transizione. Per questo, fino all’atto dell’approvazione del Bilancio, Albertoni rimarrà a capo di Aem Service e Cremona Parcheggi per garantire il passaggio istituzionale. Accanto all’affiancamento del Presidente, anche lo studio, concluso, sulla situazione e sulle prospettive di Aem.”

Così Gianluca Galimberti ha aperto la conferenza stampa di presentazione delle scelte sulle nomine del nuovo Cda di Aem.

“Siamo consapevoli dell’importanza di questo momento perché siamo consapevoli dell’importanza di questa azienda. L’anno prossimo sarà un anno decisivo per scelte strategiche. Grazie al Presidente Albertoni e al Cda in carica per il lavoro fatto e per il lavoro che stanno svolgendo anche in questi giorni su partite importanti. E’ la premessa per i prossimi passi, condivisi in Consiglio comunale, relativi per esempio a Lgh, rifiuti, assetto di Aem Service e Cremona Parcheggi, rapporto con Padania e Autostrade Centropadane. Abbiamo davanti delle sfide importanti e questa Amministrazione ha tutta la volontà e la capacità di esercitare ciò che per legge le compete: indirizzo e controllo sulle Partecipate.”

A margine della conferenza stampa anche il commento del segretario provinciale Matteo Piloni. “Rispetto alle precedenti nomine, il percorso di condivisione è stato sicuramente più partecipato. Come PD gli organismi cittadini, in primis il segretario cittadino, hanno avviato una consultazione per proporre al sindaco una rosa di nominativi dalla quale scegliere, e così è stato fatto. I profili di Ada Ficarelli e Fiorella Lazzari nascono appunto da questa consultazione. Lo sottolineo perchè ritengo sia un passaggio importante, sia di metodo che di merito. Che va ben oltre dalla caricatura che viene fatta tra maggioranza e minoranza interna al PD cittadino. Sulle nomine in generale non posso che evidenziare un’evidente rottura con il passato, al di là dei curriculum. A tutto il nuovo cda i migliori auguri di buon lavoro. Le questioni sul tavolo sono molte: dalla raccolta differenziata al percorso di minimizzazione dell’incenerimento; da Lgh ai rapporti con le altre società, partendo dalla cremasca Scrp che, va ricordato, con Aem fanno il 41% della partecipazione in Lgh. E lo dico sottolineando la necessità di un grande e forte rapporto tra i territori della nostra provincia. Rapporto che ha già portato i suoi frutti, in pochi mesi, con l’ottenimento dei finanziamenti di due importanti progfetti: il bando brezza (percorsi ciclopedonali) e il bando well-fare. Sono questo tipo di relazioni che portano i risultati più importanti, e nei quali la Politica gioca un ruolo strategico. Un ringraziamento anche a Franco Albertoni, per il lavoro svolto in tanti anni, e a tutto il cda uscente.”

Focus anche sui criteri. Come per Cremona Solidale e Fondazione Città di Cremona sono stati adottati tre criteri: valutazione dei curriculum, competenze in relazione agli obiettivi dell’ente, condivisione in coalizione che ha la responsabilità della formazione della nuova classe dirigente.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Per il Consiglio di Amministrazione di Aem, presentati 59 curriculum di cui 15 da Consiglieri comunali (41 uomini e 18 donne). Il nuovo presidente è Massimo Siboni, 58 anni, laureato in Matematica, Amministratore Operativo 2Emme srl (azienda specializzata nella consulenza aziendale) e Consigliere delegato Sibemed srl (azienda di fabbricazione di Medical Devices) con funzione di responsabile Amministrazione, Finanza e Controllo, Qualità e Personale con un’ampia esperienza nella Pianificazione e Risorse, nelle tecnologie informatiche e sviluppo delle reti. Tra le professioni svolte anche quella di Direttore Sistemi & Telecomunicazioni al Comune di Genova.

Ada Ficarelli, 54 anni avvocato, per 6 anni ViceProcuratore Onorario a Cremona, per 3 anni consulenze a favore del Servizi Sociali del Comune, nel mandato amministrativo 2009-2014 ha ricoperto la funzione di Presidente del Comitato dei Garanti del Comune di Cremona.

Fiorella Lazzari, 65 anni, già Assessore ad Ambiente, Territorio, Viabilità, Trasporti, Protezione Civile e Turismo della Provincia di Cremona nelle varie tornate amministrative dal 1991 al 2009.

Roberto Mazzini, 66 anni, è presidente di Milanodepur Spa con Siba spa (Veolia), consigliere di amministrazione in altre due società di cui Siba è azionista, membro italiano della Commissione europea Eureau-2 waste water nominato da Federutility, con esperienze in qualità di Project Engineer e project manager di progettazione e realizzazione di impianti di trattamento acque di scarico in Italia (depuratore di Torino) e all’estero (Iran, Libia, Indonesia).

Francesco Sanfelici, 54 anni, dirigente industriale presso un’industria multinazionale italiana leader europea nel comparto alimentare con esperienze in multinazionali americana, francese e svizzera in ambito alimentare, edile e della lavorazione di alimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.