Archivi tag: festa della Liberazione

25 Aprile: Festa della Liberazione

Il 75° anniversario della Liberazione dal regime fascista e dall’occupazione nazista accade in uno dei periodi più difficili della storia italiana, almeno nel secondo dopoguerra. Tuttavia, mai come in questo momento, il nostro Paese ha bisogno di ricordare l’importanza e il significato di questo giorno di liberazione: l’emergenza sanitaria e le sue conseguenze economiche e sociali richiedono concretezza, unità d’intenti e senso della comunità.

Su indicazione della Prefettura, nel pieno rispetto delle misure igienico-sanitarie per evitare la diffusione del contagio da Coronavirus, quest’anno sono vietati assembramenti e cortei. Le cerimonie ufficiali, in tutti i Comuni della Provincia di Cremona, si terranno con la sola presenza dei sindaci, senza la presenza del pubblico. Tuttavia il 25 aprile la cittadinanza è invitata a rendere visibile l’adesione a quei valori di pace, libertà e democrazia che l’esperienza della Resistenza ci ha tramandato.

Il Partito Democratico di Cremona, aderendo all’appello dell’Anpi, invita iscritti e simpatizzanti a celebrare la Festa della Liberazione ognuno dalla propria abitazione, distanti ma uniti: sabato 25 aprile, alle ore 15.00, i cittadini sono invitati ad esporre il tricolore da finestre e balconi di ogni casa, intonando dove possibile la canzone “Bella Ciao”.

In occasione del 75° anniversario della Liberazione, il segretario provinciale PD Vittore Soldo ha scritto una lettera a tutti gli iscritti della Federazione di Cremona, con una riflessione sul significato del 25 aprile anche in questo periodo di grande difficoltà: Lettera 25 Aprile 2020

25 Aprile: il PD ribadisce i valori universali della Resistenza

Anche quest’anno in tante piazze della Provincia di Cremona saranno numerose le commemorazioni pubbliche per l’anniversario della Liberazione dal nazifascismo. Un evento che è importante celebrare soprattutto per ricordare tutti quei partigiani che hanno concorso, sia fisicamente che moralmente, all’abbattimento della dittatura nel nostro Paese. Il segretario provinciale Vittore Soldo ha voluto ricordare, in una lettera aperta a tutti gli iscritti della Federazione di Cremona, l’importanza di questa giornata, soprattutto in un periodo difficile e complesso come quello che stiamo attraversando. Ecco il testo completo della lettera di Soldo: Lettera agli Iscritti – 25 Aprile 2019

Come ogni anno iscritti, militanti e amministratori locali del Partito Democratico saranno presenti, insieme a tanti cittadini, per festeggiare ed onorare la ricorrenza del 25 Aprile. Ecco il programma degli eventi organizzati nella città di Cremona:

25 Aprile: Festa della Liberazione

Anche quest’anno in tante piazze della Provincia di Cremona saranno numerose le commemorazioni pubbliche per l’anniversario della Liberazione dal nazifascismo. Un evento che è importante celebrare soprattutto per ricordare tutti quei partigiani che hanno concorso, sia fisicamente che moralmente, all’abbattimento della dittatura nel nostro Paese. Come ogni anno iscritti, militanti e amministratori locali del Partito Democratico saranno presenti, insieme a tanti cittadini, per festeggiare ed onorare la ricorrenza del 25 Aprile.

Buon 25 aprile!

Il prossimo lunedì 25 aprile ricorrerà il 71mo anniversario della Liberazione, una festa che è nel DNA di ciascun democratico. Siamo per questo tutti chiamati a celebrarla con orgogliosa memoria perché i valori di democrazia e di libertà frutto della Resistenza sono un patrimonio che va difeso, preservato e proposto alle nuove generazioni.

Il 2016 è inoltre l’anno della riforma Costituzionale che il Paese attende da decenni e che tutto il PD ha il compito e il dovere di sostenere nella prova del referendum confermativo del prossimo ottobre. La Costituzione è un patrimonio vivo e come ogni cosa viva sa mutare, rimanendo al contempo ferma nei propri principi fondanti.

“Se volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra Costituzione”.

Non stanchiamoci mai di ripetere le parole di Piero Calamandrei, soprattutto ai più giovani, la loro drammatica attualità sia da faro per il nostro impegno.

Buon 25 aprile.

 

Matteo Piloni

Segretario provinciale PD