Termovalorizzatore di Cremona, PD: “Malvezzi dica se vuole mantenere l’impianto. Noi lavoriamo per un’alternativa credibile e innovativa.”

La chiusura dell’inceneritore di Cremona sarà stabilita dal gestore dell’impianto in base alle previsioni e alle valutazioni del futuro piano industriale. Il rinnovo dell’Aia al 2029 è un fatto tecnico tra l’altro previsto per legge dallo Sblocca Italia e già conosciuto.

È proprio per questo che la disponibilità  del gestore sull’avvio di un percorso sostenibile al 2024  è particolarmente importante  e da considerare con grande  serietà dentro ad un serio lavoro di sinergia tra Lgh e il Comune. Sicuramente più importante di un rinnovo tecnico previsto per legge che non preclude scelte che riguardano il futuro dell’impianto e la prospettiva della costruzione di alternative nell’ottica dell’economia circolare con una diversa alimentazione degli impianti di teleriscaldamento.

Invece di strumentalizzare ciò che era noto solo per finalità elettorali, Malvezzi dica alla città quale è il suo pensiero sull’impianto. Dalle sue dichiarazioni si evince che la sua volontà sia quella di mantenere in vita l’impianto fino al 2029 e oltre, il PD la pensa diversamente e continua per una alternativa credibile e innovativa.

Matteo Piloni (Segretario Provinciale PD)

Andrea Virgilio (Vicesegretario Provinciale PD)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.