I segretari dei circoli del PD di Cremona:”Il congresso sia un’occasione di discussione vera e profonda. Si faccia di tutto per evitare la scissione.”

Anche i segretari dei circoli PD della provincia di Cremona hanno sottoscritto il documento presentato dal segretario regionale del PD Lombardo Alessandro Alfieri e da tutti i segretari provinciali lombardi, tra cui il segretario della Federazione di Cremona Matteo Piloni.

Un documento nel quale si chiede con forza “che il congresso sia l’occasione per coinvolgere i circoli, e quindi gli iscritti e le iscritte al nostro partito, in un duplice lavoro di confronto e di valutazione: sul lavoro svolto al Governo del Paese in questi anni e sul profilo ideale e programmatico che vogliamo costruire per un partito che sente su di sé la responsabilità di essere un elemento portante delle nostre istituzioni e della nostra democrazia. Un congresso vero, nel quale si confronteranno, con franchezza e passione, idee e proposte nelle quali riconfermare le ragioni del nostro stare insieme.

Infine un appello: si faccia di tutto per evitare qualsiasi scissione. Prevalga il senso di responsabilità. Da parte di tutti. 

In allegato il documento con le firme dei segretari di circolo della Federazione di Cremona: documento PD Lombardia

 

La lettera: “Il congresso sia il luogo del confronto”

A seguito della decisione assunta dalla Direzione Nazionale del Partito Democratico lunedì 13 febbraio e in vista dell’Assemblea nazionale di domenica 19 febbraio a Roma, il segretario regionale Alessandro Alfieri e i segretari provinciali hanno scritto una lettera appello per chiedere che il Congresso sia l’occasione per discutere delle sfide che l’Italia, l’Europa e il Partito Democratico avranno di fronte nei prossimi mesi e per scongiurare con forza l’ipotesi di scissione paventata nelle ultime ore.
Stiamo raccogliendo anche le adesioni di tanti segretari di circolo in tutta la Lombardia: info@pdcremona.it – info@pdcrema.it 

La Direzione Nazionale del Partito Democratico di lunedì scorso ha deciso di anticipare la scadenza congressuale, che si svilupperà lungo un percorso che prenderà avvio ufficialmente con l’Assemblea Nazionale di domenica 19 febbraio. Un appuntamento doveroso, in particolare dopo la sconfitta referendaria del 4 dicembre e il dibattito che di conseguenza si è aperto nel partito. Dibattito spesso condotto in maniera scomposta sui media, che fa del PD una caricatura inaccettabile per iscritti e volontari che ogni giorno mettono la faccia nei rispettivi territori.

Come responsabili delle comunità democratiche in Lombardia auspichiamo che il congresso sia l’occasione non solo per rinnovare gli organismi dirigenti, a partire dal segretario nazionale, ormai giunti quasi al termine del loro mandato congressuale, e per dare loro quella legittimazione necessaria ad affrontare le sfide che abbiamo davanti; ma anche per coinvolgere i circoli, e quindi gli iscritti e le iscritte al nostro partito, in un duplice lavoro di confronto e di valutazione: sul lavoro svolto al Governo del Paese in questi anni e sul profilo ideale e programmatico che vogliamo costruire per un partito che sente su di sé la responsabilità di essere un elemento portante della nostre istituzioni e della nostra democrazia.

Questo deve essere chiaro a tutti: il futuro dell’Italia dipende in buona parte dal futuro del Partito Democratico. Essere non uno dei tanti partitini presenti sulla scena, ma il principale partito del Paese richiede un di più di responsabilità. Ed è quella che auspichiamo. Da parte di tutti, da subito.

Quello che prenderà avvio nei prossimi giorni dovrà essere un congresso vero, nel quale si confronteranno, con franchezza e passione, idee e proposte nelle quali riconfermare le ragioni del nostro stare insieme. Lavoreremo quindi perché sia il luogo del confronto e perché tutti si impegnino lealmente a rispettarne l’esito. Per questo non accettiamo anche solo l’accenno ad un’eventuale scissione, se davvero vogliamo guardare al bene della nostra comunità e del nostro Paese.

Nei territori cerchiamo ogni giorno le ragioni dell’unità e in alcuni casi abbiamo pagato a caro prezzo le divisioni. Non facciamo lo stesso a livello nazionale, proprio nel momento in cui i populismi non aspettano altro che approfittare delle nostre debolezze. Sarebbe un errore imperdonabile.

Alessandro Alfieri, Segretario regionale PD lombardo
Gabriele Riva, Segretario provinciale PD Bergamo
Michele Orlando, Segretario provinciale PD Brescia
Angelo Orsenigo, Segretario provinciale PD Como
Matteo Piloni, Segretario provinciale PD Cremona
Fausto Crimella, Segretario provinciale PD Lecco
Fabrizio Santantonio, Segretario provinciale PD Lodi
Pietro Virtuani, Segretario provinciale PD Monza e Brianza
Pietro Bussolati, Segretario metropolitano PD Milano
Antonella Forattini, Segretario provinciale PD Mantova
Alberto Lasagna, Segretario provinciale PD Pavia
Giovanni Curti, Segretario provinciale PD Sondrio
Samuele Astuti, Segretario provinciale PD Varese

Continua il percorso di ascolto del PD. Lunedì 13 a Capergnanica, venerdì 17 a Piadena, lunedì 20 a Rivolta’Adda

Dopo i primi QUATTRO appuntamenti di Pizzighettone , Corte de Frati, Romanengo e Capergnanica prosegue il percorso di ascolto del PD in provincia di Cremona, con gli appuntamenti di Piadena (venerdì 17 febbraio), Rivolta d’Adda (lunedì 20), Cremona (Giovedì 23).

“Come PD provinciale – dichiara il segretario provinciale Matteo Piloni – abbiamo organizzato una campagna d’ascolto partendo dai circoli PD, dagli iscritti, dagli amministratori e dagli elettori, non solo per condividere riflessioni ma soprattutto per raccogliere proposte.
Anche per preparare gli importanti appuntamenti che ci attendono, a partire dalle elezioni politiche per le quali è difficile oggi capire quando si terranno, e dalle elezioni regionali, proseguendo nel progetto “Verso Lombardia 2018” per il quale nella nostra provincia abbiamo già organizzato diversi incontri.”

Gli incontri, aperti ad iscritti, amministratori ed elettori, hanno l’obiettivo di confrontarsi sulla situazione nazionale e preparare il campo locale in vista delle elezioni regionali del 2018.

scarica l’invito dell’incontro di Capergnanica: INCONTRO_CAPERGNANICA_13_FEBBRAIO

scarica l’invito dell’incontro a Piadena: INVITO_INCONTRO_PIADENA_17_FEBBRAIO

scarica l’invito dell’incontro a Rivolta d’ Adda: INCONTRO_RIVOLTA_20_FEBBRAIO

scarica l’invito dell’incontro a Cremona: INCONTRO_CREMONA_23_FEBBRAIO

I Comuni e la riforma Sociosanitaria. Iniziativa PD a Cremona, sabato 18 febbraio

I Comuni e la Riforma Sociosanitaria di Regione Lombardia. Considerazioni e proposte

sabato 18 febbraio 09.30/12.30, sala ial via dante 121 – Cremona

Parteciperanno:

GRAZIANO PIROTTA, presidente dipartimento welfare ANCI lombardia

AGOSTINO ALLONI, consigliere regionale PD

MARIO BARBONI, consigliere regionale PD

CARLO BORGHETTI, consigliere regionale PD – 3^ commissione salute e welfare

Coordina LEONE LISE’, responsabile commissione welfare-salute PD cremona

 

scarica il volantino: invito_volantino_18_febbraio

Verso Lombardia 2018. Prosegue il percorso di ascolto del PD provinciale. Domenica 12 febbraio a Romanengo e lunedì 13 a Capergnanica.

Dopo i primi due appuntamenti di Pizzighettone e Corte de Frati, prosegue domenica e lunedì il percorso di ascolto del PD in provincia di Cremona.

“Come PD provinciale – dichiara il segretario provinciale Matteo Piloni – abbiamo organizzato una campagna d’ascolto partendo dai circoli PD, dagli iscritti, dagli amministratori e dagli elettori, non solo per condividere riflessioni ma soprattutto per raccogliere proposte.
Anche per preparare gli importanti appuntamenti che ci attendono, a partire dalle elezioni politiche per le quali è difficile oggi capire quando si terranno, e dalle elezioni regionali, proseguendo nel progetto “Verso Lombardia 2018” per il quale nella nostra provincia abbiamo già organizzato diversi incontri.”

Gli incontri, aperti ad iscritti, amministratori ed elettori, hanno l’obiettivo di confrontarsi sulla situazione nazionale e preparare il campo locale in vista delle elezioni regionali del 2018.

“Il dato del referendum ci ha confermato che il consenso del PD è alto nei centri medio grandi (come Cremona e Crema), ma non nei centri più piccoli, nei Paesi. Per questo è importante ripartire dai territori e dai nostri circoli, attraverso gli iscritti e gli elettori, per costruire insieme a loro il percorso verso le regionali. Dedicheremo il mese di febbraio per organizzare questi appuntamenti per costruire poi, nel mese di marzo, incontri in ogni territorio con i portatori d’interesse su temi importanti e strategici per la nostra provincia. Dall’economia al lavoro, dal welfare alla sanità, dalla mobilità ai trasporti, dall’ambiente alle infrastrutture. L’obiettivo è realizzare un programma specifico per la provincia di Cremona all’interno di quello regionale.”

Il prossimo incontro si terrà a Domenica 12 febbraio a ROMANENGO ( alle ore 10 in sala Samarani presso il circolo cooperativo “tempi Nuovi) e coinvolgerà i paesi di Soncino, Izano, Offanengo, Pianengo, Capralba e Sergnano, mentre lunedì 13 febbraio sarà la volta di CAPERGNANICA ( alle ore 21 presso sala di palazzo Robati) con Crema, Montodine, Moscazzano, Vaiano Cr., Bagnolo Cr., Madignano e Credera.

Di seguito i prossimi appuntamenti:

Venerdì 17 febbraio, ore 21 presso la sala del centro civico di via A.Moro a Piadena (con  Pessina Cremonese, Isola Dovarese, Torre de Picenardi, Drizzona, Calvatone, Tornata, Voltido, Cà d’Andrea);

Lunedì 20 febbraio, alle ore 21 presso la sala Giovanni XXIII, via Stefano Renzi a Rivolta d’Adda (con Spino d’Adda, Pandino, Dovera, Agnadello e Vailate);

Giovedì 23 febbraio, alle ore 21 a Cremona (con Gerre de’ Caprioli, Stagno Lombardo, Pieve d’Olmi, Sesto ed Uniti, Castelverde, Malagnino, Pieve d’Olmi, San Daniele Po, Sospiro).

Al “via” la campagna d’ascolto del territorio del PD provinciale.

Piloni:” Sarà l’occasione per confrontarci circa la situazione nazionale del PD e del paese, ma anche per parlare del nostro territorio e delle sue priorità, in vista delle regionali 2018.”

L’esito referendario porta con sé la necessità di un rilancio dell’azione e della presenza del PD su tutto il territorio nazionale.

Anche il PD di Cremona ha organizzato una campagna d’ascolto partendo dai circoli PD, dagli iscritti e dagli elettori, non solo per condividere riflessioni ma soprattutto per raccogliere proposte.
Anche per preparare gli importanti appuntamenti che ci attendono, a partire dalle elezioni politiche per le quali è difficile oggi capire quando si terranno, e dalle elezioni regionali, proseguendo nel progetto “Verso Lombardia 2018” per il quale nella nostra provincia abbiamo già organizzato diversi incontri.

Il dato del referendum ci ha confermato che il consenso del PD è alto nei centri medio grandi (come Cremona e Crema), ma non nei centri più piccoli, nei Paesi. Per questo è importante ripartire dai territori e dai nostri circoli, attraverso gli iscritti e gli elettori, per costruire insieme a loro il percorso verso le regionali. Dedicheremo il mese di febbraio per organizzare questi appuntamenti per costruire poi, nel mese di marzo, incontri in ogni territorio con i portatori d’interesse su temi importanti e strategici per la nostra provincia. Dall’economia al lavoro, dal welfare alla sanità, dalla mobilità ai trasporti, dall’ambiente alle infrastrutture. L’obiettivo è realizzare un programma specifico per la provincia di Cremona all’interno di quello regionale.

Incontri aperti agli iscritti del PD, agli elettori e agli amministratori.

Il primo incontro si terrà con i circoli e gli amministratori del Soresinese, a Pizzighettone martedì 7 febbraio ore 21 (saloncino culturale, via Garibaldi). Ne seguirà un secondo a Corte de Frati mercoledì 8 febbraio, alle ore 21 (sala polifunzionale, via Battisti) che coinvolgerà alcuni comuni del territorio cremonese.

Di seguito il calendario degli altri incontri:

Domenica 12 febbraio, alle ore 10 in sala Samarani presso il circolo cooperativo “tempi Nuovi, a Romanengo (con Soncino, Izano, Offanengo, Pianengo, Capralba e Sergnano);

Lunedì 13 febbraio, alle ore 21 presso sala di palazzo Robati a Capergnanica (con Crema, Montodine, Moscazzano, Vaiano Cr., Bagnolo Cr., Madignano e Credera);

Venerdì 17 febbraio, ore 21 presso la sala del centro civico di via A.Moro a Piadena (con  Pessina Cremonese, Isola Dovarese, Torre de Picenardi, Drizzona, Calvatone, Tornata, Voltido, Cà d’Andrea);

Lunedì 20 febbraio, alle ore 21 presso la sala Giovanni XXIII, via Stefano Renzi a Rivolta d’Adda (con Spino d’Adda, Pandino, Dovera, Agnadello e Vailate);

Giovedì 23 febbraio, alle ore 21 a Cremona (con Gerre de’ Caprioli, Stagno Lombardo, Pieve d’Olmi, Sesto ed Uniti, Castelverde, Malagnino, Pieve d’Olmi, San Daniele Po, Sospiro).

Verso Lombardia 2018. Una campagna di ascolto e confronto in provincia di Cremona

L’esito referendario porta con sé la necessità di un rilancio
dell’azione e della presenza del PD su tutto il territorio nazionale.
Anche a Cremona vogliamo organizzare una campagna d’ascolto partendo dai nostri circoli, dagli iscritti e dagli elettori, non solo per condividere riflessioni ma soprattutto per raccogliere proposte.
Anche per preparare gli importanti appuntamenti che ci attendono, a partire dalle elezioni politiche per le quali è difficile oggi capire quando si terranno, e dalle elezioni regionali.
Soprattutto per queste ultime è necessario proseguire nel progetto “Verso Lombardia 2018” per il quale nella nostra provincia abbiamo già organizzato diversi incontri.

Il dato del referendum ci ha confermato che il consenso del PD è alto nei centri medio grandi (come Cremona e Crema), ma non nei centri più piccoli, nei Paesi. Per questo è importante ripartire dai territori e dai nostri circoli, attraverso gli iscritti e gli elettori, per costruire insieme a loro il percorso verso le regionali. Dedicheremo il mese di febbraio per organizzare questi appuntamenti per costruire poi, nel mese di marzo, incontri in ogni territorio con i portatori d’interesse su temi importanti e strategici per la nostra provincia. Dall’economia al lavoro, dal welfare alla sanità, dalla mobilità ai trasporti, dall’ambiente alle infrastrutture. L’obiettivo è realizzare un programma specifico per la provincia di Cremona all’interno di quello regionale.

Il primo incontro si terrà con i circoli e gli amministratori del Soresinese, a Pizzighettone, martedì 7 febbraio. Ne seguirà un secondo a Corte de Frati mercoledì 8 febbraio che coinvolgerà alcuni comuni del territorio cremonese.

Di seguito il calendario degli altri incontri:

Romanengo (con Soncino, Izano, Offanengo, Pianengo, Capralba e Sergnano): domenica 12 febbraio

Capergnanica (con Crema, Montodine, Moscazzano, Vaiano Cr., Bagnolo Cr., Madignano e Credera): lunedì 13 febbraio

Piadena (con  Pessina Cremonese, Isola Dovarese, Torre de Picenardi, Drizzona, Calvatone, Tornata, Voltido, Cà d’Andrea): venerdì 17 febbraio

Rivolta d’Adda (con Spino d’Adda, Pandino, Dovera, Agnadello e Vailate): lunedì 20 febbraio

Cremona (con Gerre de’ Caprioli, Stagno Lombardo, Pieve d’Olmi, Sesto ed Uniti, Castelverde, Malagnino, Pieve d’Olmi, San Daniele Po, Sospiro): giovedì 23 febbraio

Inaugurata la sede PD a Sergnano. Venerdì 27 gennaio aprirà il nuovo circolo a Soresina

Nella mattinata di domenica 22 gennaio è stata inaugurata la nuova sede del circolo PD di Sergnano, che si trova in centro paese a pochi passi dal municipio (presso vicolo Giroletti, all’angolo con piazza IV Novembre). Tante le persone, tra iscritti e simpatizzanti, che hanno partecipato al taglio del nastro e al tradizionale brindisi da parte del segretario locale Davide Pavesi. Erano presenti all’inaugurazione anche Cinzia Fontana (deputata PD), Agostino Alloni (consigliere regionale PD), Matteo piloni (segretario provinciale PD) e Omar Bragonzi (coordinatore PD Cremasco).

Venerdì 27 gennaio toccherà invece al circolo di Soresina inaugurare la propria nuova sede: l’appuntamento è per le ore 18.00 in piazza Marconi. Saranno presenti Diego Vairani (sindaco di Soresina), Cinzia Fontana (deputata PD), Agostino Alloni (consigliere regionale PD) e Matteo Piloni (segretario provinciale PD).

Terremoto: anche i circoli PD di Cremona a disposizione per la raccolta di materiale

Come sta avvenendo in tutte la parti d’Italia, anche i circoli PD della Federazione di Cremona sono a disposizione per raccogliere materiale per le zone colpite dal terremoto nel Centro Italia. Il materiale che viene richiesto, su indicazione della Croce Rossa, è coperte, guanti, cappelli, giubbotti, scarponi da neve, scarpe pesanti, cuscini. Il materiale deve essere nuovo e non usato. Servono inoltre gruppi elettrogeni 4/5 Kw Diesel.

Per disponibilità contattare le sedi di Cremona (0372.49591) o Crema (0373.200812), la mattina. Oppure direttamente i circoli del tuo paese.  E’ possibile inoltre attivare donazioni tramite il seguente Iban: IT 96 H 01030 0320000000 6365314  – Bic: PASCITMMROM – Causale: PARTITO DEMOCRATICO RACCOLTA FONDI PER TERREMOTO (VIA S.ANDREA DELLE FRATTE 16 – 00187 ROMA).

Regione Lombardia, ticket sanitari: altro che dimezzamento, la maggior parte delle prestazioni costerà come prima

Dopo l’annuncio di ieri della Regione di voler dimezzare i superticket sanitari interviene il consigliere regionale del PD Agostino Alloni che, tabelle alla mano, contesta la comunicazione fatta da Palazzo Lombardia. “Premetto che una riduzione del ticket nella regione dove la sanità è la più costosa d’Italia è sempre una buona notizia – dichiara Alloni – ma la ricetta di Maroni è sbagliata e oltretutto non è quella che ha più volte promesso ai lombardi, cioè l’azzeramento dei ticket. Con la nuova delibera per la maggior parte dei casi i cittadini non vedranno differenze, perché l’abbattimento di 15 euro vale solo per le prestazioni più care, e chi pagava fino a 51 euro di ticket continuerà a pagare come prima. La strada giusta, lo diciamo da tempo, è l’esenzione totale per i redditi fino a 30mila euro e la rimodulazione per reddito di quelli superiori”.

L’effetto reale della delibera di giunta è l’introduzione del limite a 51 euro, anziché 66, del costo massimo per i cittadini di visite ed esami. La novità è che la giunta ha rivisto il superticket di competenza regionale che la Lombardia applica in relazione al valore economico della prestazione (quanto viene rimborsato agli ospedali per ogni prestazione effettuata): se prima il superticket variava da 0 a 30 euro ora varierà da 0 a 15 euro (in aggiunta al ticket nazionale). Ci sarà quindi un beneficio solo per le prestazioni più costose. In pratica, dall’entrata in vigore della delibera, le cose funzioneranno così:

Valore della prestazione* Ticket nazionale** Superticket Tot. pagato dal cittadino Tot. pagato dal cittadino
Oggi Dal 1 febbraio
ESAME DEL COLESTEROLO 1,70 1,70 0,00 1,70 1,70
RADIOGRAFIA POLSO 15,65 15,65 4,50 20,15 20,15
VISITA CARDIOLOGICA 22,50 22,50 6,00 28,50 28,50
ECOGRAFIA GINECOLOGICA 31,65 31,65 9,00 40,65 40,65
MAMMOGRAFIA BILATERALE 44,87 36,00 12,30 48,30 48,30
BIOPSIA TIROIDE 63,86 36,00 16,80 52,80 51,00
COLONSCOPIA 77,31 36,00 22,80 58,80 51,00
RISONANZA MAGNETICA COLONNA 147,56 36,00 30,00 66,00 51,00
* il valore della prestazione è quanto la regione rimborsa all’azienda sanitaria
** il ticket nazionale massimo è di 36 euro. Fino a quella cifra equivale al valore della prestazione.