Archivi tag: Antonio Geraci

Presentata la nuova segreteria provinciale PD Cremona

Il segretario provinciale Vittore Soldo ha presentato, in conferenza stampa, i componenti della nuova segreteria provinciale della Federazione di Cremona. La nomina del nuovo esecutivo è il primo passo di un ampio percorso di riorganizzazione del PD cremonese, che verrà illustrato nel dettaglio in un documento d’indirizzo che sarà discusso dall’Assemblea provinciale in una riunione prevista per le prossime settimane.

Ecco i componenti della nuova segreteria:
Vittore Soldo – Segretario provinciale
Roberto Galletti – Vice segretario e resp. organizzazione
Bruno Fulco – Tesoriere
Stefania Bonaldi – Resp. enti locali
Andrea Virgilio – Resp. pianificazione territoriale
Francesca Pontiggia – Resp. ambiente e beni comuni
Cinzia Fontana – Resp. lavoro
Leone Lisè – Resp. welfare e sanità
Greta Savazzi – Resp. diritti e pari opportunità
Alberto Valeri – Resp. comunicazione
Giada Casoni – Resp. social network e sito internet
Velleda Rivaroli – Resp. circondari PD
Gianluca Savoldi – Resp. agorà democratiche

Sono invitati permanenti alle riunioni della segreteria i rappresentanti negli organi istituzionali superiori (Luciano Pizzetti – parlamentare e Matteo Piloni – consigliere regionale), la presidente dell’Assemblea provinciale Mariella Laudadio, la portavoce delle Donne Dem Marzia Maioli e i coordinatori dei circondari territoriali del Partito Democratico in Provincia di Cremona: Luca Burgazzi in qualità di segretario cittadino del capoluogo, Antonio Geraci per il territorio cremasco, Nicola Cantarini per le terre di mezzo, Rosolino Azzali per l’area cremonese e Velleda Rivaroli per la zona casalasca.

Antonio Geraci nuovo coordinatore territoriale del Partito Democratico Cremasco

Il Coordinamento del Circondario Cremasco, riunitosi mercoledì 5 maggio 2021, ha eletto all’unanimità Antonio Geraci come nuovo coordinatore territoriale del Partito Democratico. Geraci, 59 anni, ha finora ricoperto l’incarico di segretario cittadino del Circolo di Crema.

La coordinatrice uscente Cinzia Fontana, aprendo la riunione, ha ringraziato iscritti e militanti per l’aiuto concreto e le tante occasioni di confronto politico che hanno caratterizzato il suo mandato. In merito alla situazione del Partito Democratico a livello locale e sulle sfide che attendono Crema e il Cremasco per il futuro prossimo, si è poi soffermata sull’importanza di mantenere attiva la rete degli amministratori e dei circoli, pur in un momento difficile a causa delle restrizioni sanitarie che hanno finora limitato fortemente la partecipazione diretta delle persone. Il segretario provinciale PD Vittore Soldo e il consigliere regionale Matteo Piloni hanno ringraziato la coordinatrice uscente per lo straordinario impegno per il territorio svolto in questi anni e per aver saputo tenere insieme la comunità democratica cremasca con passione, competenza e umanità.

Anche il nuovo coordinatore territoriale Antonio Geraci ha ringraziato Cinzia Fontana per il grande lavoro al servizio del Partito Democratico in termini di competenza, impegno, passione ed umanità. Secondo Geraci il Partito Democratico, per farsi trovare pronto alle sfide del futuro, deve muoversi principalmente in due filoni: un ambito interno, facendo rete per creare uno scambio continuo di idee e di proposte tra i segretari dei circoli e gli amministratori locali, ed un ambito esterno, ponendosi in ascolto delle diverse realtà sociali, incontrando e dialogando con la società civile, con quei soggetti economici che vogliono provare a rispondere ai bisogni della società. Dal punto di vista organizzativo le priorità sono state individuate nella creazione di un gruppo operativo che possa coadiuvare il coordinatore nell’indirizzare le politiche sul territorio e nel rilancio della comunicazione, sia all’interno che verso l’esterno. Infine il tema dei prossimi appuntamenti elettorali: a partire dai sette Comuni cremaschi al voto in questo autunno per arrivare alla fondamentale partita di Crema 2022, per la quale il PD dovrà essere pronto e pienamente in campo con la propria visione di città e territorio.