Archivi tag: davide viola

Elezioni provinciali: vince la lista “Insieme per il Territorio” (area centrosinistra)

Mercoledì 31 ottobre si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale di Cremona. Si trattava di consultazioni di “secondo livello”, per cui l’elettorato attivo e passivo era riservato solo a sindaci e consiglieri comunali del territorio.

L’affluenza al voto è stata di oltre il 54% degli aventi diritto. In base al calcolo ponderato del voto, è risultata vincente la lista civica “Insieme per il Territorio”, legata al Presidente della Provincia Davide Viola, in quota centrosinistra. La lista di centrosinistra ha ottenuto 31.553 voti totali ed ha eletto 6 consiglieri provinciali.  Il centrodestra si è presentato con due liste separate, che hanno ottenuto rispettivamente 19.957 e 18.276, ottenendo così 3 consiglieri a testa.

Ecco i consiglieri risultati eletti nella lista “Insieme per il Territorio”: Stefania Bonaldi, Giovanni Gagliardi, Rosolino Azzali, Calogero Tascarella, Diego Vairani, Roberto Barbaglio. Il Presidente dell’ente Davide Viola ha un seggio di diritto in Consiglio provinciale, che risulta così composto da 13 consiglieri in totale.

Elezioni provinciali: la lista “Insieme per il Territorio” si ripresenta

In vista delle elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale di Cremona del 31 ottobre 2018, il gruppo “Insieme per il Territorio” (che nel consiglio uscente esprime 6 consiglieri provinciali su 12) ha deciso di presentare una propria lista, che vedrà come candidati amministratori locali espressione di tutti i territori della nostra Provincia.

Il progetto civico, nato con le elezioni provinciali di due anni fa a sostegno del Presidente Davide Viola (e che allora aveva ottenuto la maggioranza dei voti), si ripresenta quindi con la stessa volontà di unire esperienze civiche locali e le amministrazioni di centrosinistra delle città di Cremona e Crema. Più che la rappresentanza politica, però, l’obiettivo principale della lista è quello di dare ascolto al territorio e ai suoi temi prioritari. Una lista aperta e plurale, che nasce per unire i territori e cercare di dare risposte e soluzioni concrete alle tante tematiche che coinvolgono gli enti locali e i cittadini della nostra Provincia. Per questo motivo la sua composizione è rappresentativa della specificità geografica della nostra Provincia con sindaci e consiglieri comunali che conoscono bene i problemi e le realtà  territoriali da cui provengono.

I 12 amministratori locali della lista “Insieme per il Territorio”  sono così suddivisi: 4 candidati in rappresentanza della città di Cremona e del Cremonese, 4 per il Cremasco, 2 per il Casalasco e 2 per le Terre di Mezzo (Castelleonese e Soresinese). Garantita anche la rappresentanza di genere con la presenza in lista di 5 candidature femminili. Ecco la composizione della lista:

Azzali Rosolino – Sindaco di Corte de Frati

Barbaglio Roberto – Sindaco di Pianengo

Bergamaschi Angelo – Sindaco di Cicognolo

Bonaldi Stefania – Sindaco di Crema

Carniti Maria Chiara – Consigliere comunale di Castelleone

Cesana Maura – Assessore e consigliere comunale di Agnadello

Gagliardi Giovanni – Consigliere comunale di Cremona

Genzini Silvia – Sindaco di Pieve San Giacomo

Severgnini Alex – Sindaco di Capergnanica

Susta Virginia – Sindaco di Pessina Cremonese

Tascarella Calogero – Consigliere comunale di Casalmaggiore

Vairani Diego – Sindaco di Soresina

Si ricorda che, in base alla riforma delle Province del 2014, l’elettorato attivo e passivo spetta solo a sindaci e consiglieri comunali del territorio.

Il calendario dei dibattiti della Festa de l’Unità di Cremona

All’interno della festa de l’Unità di Cremona, che si terrà dal 17 al 28 agosto presso l’ex mercato ortofrutticolo in Via dell’Annona (zona Stadio Zini), troverà spazio un ricco calendario di dibattiti su temi di carattere locale e nazionale. Ecco le locandine di tutti gli appuntamenti previsti in festa con gli ospiti delle varie serate:

Paullese: facciamo il punto. Iniziativa pubblica venerdì 29 giugno

Venerdì 29 giugno si terrà una serata per fare il punto sui lavori di riqualificazione della strada statale Paullese, con particolare attenzione all’avvio dei cantieri del secondo lotto e alla questione del ponte sul fiume Adda. L’iniziativa, aperta al pubblico, avrà luogo presso la sala consiliare del Comune di Paullo alle ore 20,45. Saranno presenti: Arianna Censi (vice sindaco della Città Metropolitana di Milano), Davide Viola (presidente della Provincia di Cremona), Marco Granelli (assessore alla mobilità di Milano), i consiglieri regionali PD Pietro Bussolati, Matteo Piloni, Carmela Rozza, Patrizia Baffi, i sindaci e gli amministratori locali dei Comuni dell’asta della Paullese.

Paullese: Alloni e Viola rispondono alle dichiarazioni di Salini e Malvezzi

In risposta alle dichiarazioni di Massimiliano Salini (eurodeputato di Forza Italia) e Carlo Malvezzi (consigliere regionale di Forza Italia) sui finanziamenti necessari al completamento della Paullese,  ecco le note di Agostino Alloni (consigliere regionale PD) e Davide Viola (presidente della provincia di Cremona):

“Presi dalla foga di salvare il soldato Zucchi nella corsa alla carica di sindaco di Crema il duo Salini-Malvezzi fanno a gara a chi le spara più grosse. Il tema è sempre quello delle infrastrutture di interesse regionale. Prima la Stazione Fs di Crema e ieri quello dei lavori della Paullese  e in specifico del nuovo ponte sull’Adda; guarda caso due infrastrutture di competenza di Regione Lombardia.  Nè sulla prima, nonostante la firma del protocollo di Regione, Rfi e Fs, nè sulla seconda, Maroni non ha voluto dirottare le risorse necessarie per completare i lavori della ex Paullese, che, lo ricordiamo, oltre al Ponte ha bisogno di altri 15 milioni di euro per il tratto lodigiano che va dall’Adda a Zelo Buon Persico. Eppure la Paullese è una delle arterie più incidentate e tra quelle che assolvono davvero un ruolo strategico per la mobilità a  livello lombardo. 

Ed è ridicolo e pure vergognoso, che le risorse definite con il Governo Renzi dentro il “Patto per la Lombardia” vengano sbriciolate in 12 tranche provinciali. Ci voleva coraggio e capacità nell’indicare le priorità; cosa che a Maroni  e ai suoi sodali, e tra questi per primo ci metto Malvezzi, evidentemente è mancato. Maroni ha fatto il gioco delle tre carte, come un prestigiatore, facendo apparire e scomparire le risorse a seconda degli interlocutori e del tavolo al quale era di volta in volta seduto. Nelle slide proiettate mesi fa durante gli incontri di Maroni e Renzi risultava una postazione di 16 milioni di euro specificatamente destinate al completamento della ex Paullese. Risorse che gli amici di Zucchi, con la complicità di Malvezzi, hanno fatto sparire. 

Dal canto suo il Presidente della Provincia Davide Viola (si veda la dichiarazione a fondo pagina) ha già chiarito che le “risorse per completare il Ponte sull’Adda ci sono tutte!!” Semmai, appunto, mancano quelle per il tratto Spino-Zelo. E per questo motivo, visto che i soldi nel “Patto” sono stati fatti sparire da Maroni, ecco che i sindaci Poli e Lorenzini ( entrambi del Pd…!) hanno già  chiesto qualche giorno fa e con urgenza all’assessore Sorte la disponibilità ad incontrarsi per il reperimento delle risorse mancanti.  E Zucchi? Confonde la Paullese con la Tangenzialina del Pip e per la ex Olivetti. Entrambe necessarie e chiesta, quest’ultima, a gran voce, dal presidente cremasco di Forza Italia e dagli imprenditori cremonesi. Anche per questo motivo è bene che rimanga solo un semplice candidato Per il bene dei cremaschi”. 

Agostino Alloni – Consigliere regionale PD

 

“In riferimento a quanto espresso dal consigliere Malvezzi giova ricordare come la rete stradale lombarda sia oggetto di una importante opera di ridefinizione che riguarda la Paullese stessa. Le risorse necessarie per il completamento del tratto di interesse (Ponte sull’Adda) sono disponibili nelle economie dei precedenti lotti cosi come recentemente definito al Tavolo della Paullese (Regione, Provincia, di Lodi e di Cremona e comuni interessati) convocato dall’assessorato lombardo alle infrastrutture. Non vi è stata quindi nessuna dimenticanza e tanto meno ritardo nella definizione delle richieste”. 

Davide Viola – Presidente della Provincia di Cremona

La lettera di Davide Viola, candidato Presidente della Provincia, agli amministratori.

Car*
come forse già saprai domenica 6 novembre si terranno le elezioni per il rin-novo del consiglio provinciale come previsto dalla Legge Delrio che ha trasformato le province in enti di secondo livello, aprendo di fatto un grande percorso di trasformazione istituzionale, che passa attraverso la riforma Costituzionale voluta dal Governo e il referendum del prossimo 4 dicembre.
In questi due anni ho potuto partecipare, insieme ad altri sindaci, a questa delicata e complessa fase di transizione, occupandomi soprattutto di seguire gli aspetti economici e finanziari legati al bilancio.
Anche per questo motivo, e su richiesta di molti colleghi, ho ritenuto di dare la mia di-sponibilità a proseguire questo impegno anche nei prossimi mesi, ben consapevole delle difficoltà e della necessità di gestire questo delicato processo, cercando di mantenere quel rapporto quotidiano e costante con il territorio e con le amministrazioni.
Un impegno che non posso e non voglio portare avanti da solo, ma insieme a te e a tutti gli amministratori della nostra Provincia.
Per questi motivi, e ben sapendo dei mille impegni a cui siamo chiamati in qualità di amministratori, ti chiedo la disponibilità a venire a Cremona domenica 6 novembre e sostenere non solo la mia candidatura, ma anche quella di colleghi e amici (che ti allego a margine di questa lettera) che, insieme a me, hanno dato la loro disponibilità nel mettersi a disposizione del territorio in questa delicata fase di cambiamento.
Nel ritenermi fin d’ora a disposizione per qualunque cosa, ti invio i miei più cordiali saluti.
Davide Viola
Sindaco di Gadesco Pieve Delmona
Candidato alla Presidenza della Provincia di Cremona

scarica la lettera in PDF: lettera-davide-viola

La lista “Insieme per il territorio – Viola Presidente”

Candidato Presidente: VIOLA Davide
Candidati per la carica di consiglieri provinciali (in ordine alfabetico):
si può esprimere UNA SOLA preferenza
1. AZZALI Rosolino, sindaco di Corte De Frati
2. BARBAGLIO Roberto, sindaco di Pianengo
3. BONALDI Stefania, sindaco di Crema
4. CALVI Fabio, sindaco di Rivolta d’Adda
5. CAVAZZINI Ivana, sindaco di Piadena
6. GAGLIARDI Giovanni, consigliere comunale di Cremona
7. GENZINI Silvia, sindaco di Pieve San Giacomo
8. LANFRANCHI Leonardo, consigliere comunale di Ostiano
9. SAVOLDI Gianluca, sindaco di Moscazzano
10. SUSTA Virginia, sindaco di Pessina Cremonese
11. TAGLIATI Bruno, consigliere comunale di Pizzighettone
12. VAIRANI Diego, sindaco di Soresina

Elezioni provinciali, Matteo Piloni (PD): ”Proseguiamo nel cammino intrapreso due anni fa”

“Con la candidatura di Davide Viola e la presentazione della lista “Insieme per il territorio” abbiamo voluto proseguire il percorso intrapreso ormai due anni fa.” Cosi dichiara il segretario provinciale PD Matteo Piloni, a seguito della presentazione delle candidature per le elezioni provinciali del prossimo 6 novembre. Un percorso, nel solco della Legge Delrio, che ha visto le province “svuotarsi” in questi due anni rispetto non solo ad alcune competenze ma anche al personale, in attesa che le province vengano abolite con l’approvazione della riforma Costituzionale del prossimo 4 dicembre. Un percorso quindi complicato, per il quale gli amministratori locali si sono messi a disposizione, con grande generosità, facendosi carico di molte problematiche.

Prosegue il segretario provinciale PD: “Un ringraziamento va a Carlo Vezzini che per primo si è fatto carico di questa responsabilità e a seguito questa prima fase. Con lo stesso spirito ringraziamo anche Davide Viola che, a fianco di Vezzini e agli altri consiglieri provinciali, ha partecipato a questo percorso fin dall’inizio e, nell’ottica della continuità, ha dato la sua disponibilità a gestire anche i prossimi mesi. Un percorso che ha visto partecipare gli amministratori locali in primis, al di là delle logiche politiche, perseguendo sempre la condivisione. Una caratteristica che mi auguro possa proseguire, e rafforzarsi, anche nei prossimi mesi. Come PD abbiamo lavorato per costruire una lista la più rappresentativa possibile, seguendo le logiche della continuità, della responsabilità e della rappresentanza territoriale. Criteri che riteniamo utili nel proseguo di questo difficile percorso di cambiamento.”

Di seguito la composizione della lista:

Candidato Presidente

Davide Viola, sindaco di Gadesco Pieve Delmona

Candidati al consiglio provinciale (in ordine alfabetico)

Azzali Rosolino, sindaco di Corte de Frati

Barbaglio Roberto, sindaco di Pianengo

Bonaldi Stefania, sindaco di Crema

Calvi Fabio, sindaco di Rivolta d’Adda

Cavazzini Ivana, sindaco di Piadena

Gagliardi Giovanni, consigliere comunale di Cremona

Genzini Silvia, sindaco di Pieve San Giacomo

Lanfranchi Leonardo, consigliere comunale di Ostiano

Savoldi Gianluca, sindaco di Moscazzano

Susta Virginia, sindaco di Pessina Cremonese

Tagliati Bruno, consigliere comunale di Pizzighettone

Vairani Diego, sindaco di Soresina